Partito Democratico, la sfida di Ivo Cigna dentro e fuori il partito. Ecco la nuova segreteria

1257

Ha iniziato con un ringraziamento alla dott.sa Ilaria Insisa, “con cui ho condiviso questo percorso pur non condividendo il suo gesto”, la conferenza stampa di presentazione della nuova segreteria del Partito Democratico di Caltanissetta il segretario Ivo Cigna.
Stamane nella sede del PD di via Val D’Aosta, Cigna si è presentato con la squadra al completo, un esecutivo ristretto a cui si affiancano i responsabili dei dipartimenti.
“Avevo l’esigenza di un gruppo di segreteria che deve garantire esecutività e operatività del partito, ricordando che l’organo politico principe è il direttivo. Questo di oggi è il nuovo esecutivo”.
La segreteria avrà un ruolo interno e uno esterno.
“Per un partito che si presenta oggi segmentato, unirlo è un’operazione complicata, la sfida più difficile. La sfida è comunque quella di ritrovare un’identità comune, far ripartire il dibattito interno su tematiche che volutamente sono state tenute ai margini e che invece adesso devono diventare discussione comune” ha detto Cigna riferendosi anche a temi di ampio respiro che oggi travagliano il PD dall’interno come Italicum, Job act, buona scuola: “sono temi che vanno dibattuti”, ha detto il segretario.
Altro ruolo che deve avere la segreteria “è il riscatto della città”, ovvero “aiutare l’amministrazione a raggiungere gli obiettivi che erano stati fissati nella campagna elettorale. L’idea di Caltanissetta capofila di un’area interna della Sicilia, anche in termini di servizi e offerta del territorio. Un primo importante passo è stato il campus universitario. Altro passo riguarda la viabilità con lo snodo Xirbi e il raddoppio della ss640. Insieme alla Corte d’Appello e al nuovo Piano Regolatore generale, sono le sfide più importanti”.
“Sui rifiuti – ha detto il segretario PD – siamo ancora all’anno zero, siamo persino tornati indietro. Lo sforzo di Ruvolo dev’essere quello di capire cosa c’è da fare oggi, non domani, tenendo conto che altri comuni vicini hanno già avviato il porta a porta”.
In tal senso per il Partito Democratico si deve “rivedere il contratto con Caltambiente e usare gli strumenti che già ci sono per la raccolta differenziata e l’umido in quel contratto”.
“Altra cosa importante su cui spingere sono i fondi europei, unica occasione di sviluppo. C’è un ufficio europa che non è decollato. Dare priorità a reperire e utilizzare i fondi europei”, questo l’impegno che il PD cittadino offre e chiede all’amministrazione del sindaco Giovanni Ruvolo.
Tra gli intervenuti il responsabile urbanistica, lavori pubblici, l’architetto Giuseppe Rumeo.
“Caltanissetta – sottolinea – farà scelte nei prossimi mesi che condizioneranno la vita della città per i prossimi 20 anni come il piano regolatore. La maggioranza intende promuovere un riequilibrio tra centro e periferia. È l’ultima occasione di avere fondi per infrastrutture e rilanciare l’economia della città e del comprensorio. Bisogna prepararsi con un parco progetti cantierabili”.
Tra coloro che hanno ricevuto la delega per guidare i dipartimenti, c’è l’architetto Giuseppe Ippolito, chiamato a dare “un contributo di carattere programmatico per dare sostegno alla programmazione in ambito UE e individuare priorità di intervento per strutturare al meglio il territorio e la città”. Ippolito ha segnalato in tal senso un “problema di inefficienza della struttura burocratica” e lo stesso Cigna ha detto che in ambito di giunta “Le varie deleghe devono essere rimodulate”.
Nella segreteria entra l’ex consigliere comunale Massimiliano Turco. “Siamo un partito che amministra, ma forse oggi la città non vede questo risvolto. È Giusto che un grande partito pensi alla programmazione. Ma dobbiamo pensare anche al presente, secondo me questo staff deve stimolare l’amministrazione su tematiche e problemi che i cittadini vivono quotidianamente”.
Ecco dunque la composizione della segreteria cittadina del PD.
Questa la formazione e le deleghe della nuova segreteria: Ivo Cigna (Segretario, Ambiente e Territorio), Maria Cravotta (Coordinamento della Segreteria e Tesseramento), Giuseppe Rumeo (Urbanistica, Mobilità e Lavori Pubblici), Massimiliano Turco (Partecipazione politica ed Enti locali), Annalisa Fazia (Cultura e Associazionismo), Luigi Bonsignore (Politiche economiche e per il lavoro), Rosario Lunetta (Rapporti con l’Amministrazione Comunale), Antonella Pecoraro (Giustizia e Diritti civili), Giuseppe Vaccaro (Politiche della Salute e Tesoreria), Giuseppe Ippolito (Fondi strutturali ed iniziative di valorizzazione del territorio). Per quanto riguarda i Dipartimenti: Eddy Sanfilippo (Comunicazione, Web e Politiche internazionali), Armando Messina (Sport e Tempo libero), Antonio Bufalino (Politiche agroalimentari e rapporti con il territorio rurale), Rosa Ventura (Rapporti con i quartieri), Remo Calandrino (Rifiuti e Acqua), Manta Palmiro (Sanità), Luigia Giunta (Organizzazione e iniziative nel territorio), Sonia Lapadura (Welfare), Tiziana Franzone (Istruzione e Formazione), Vanila Zoda (Politiche di accoglienza ed integrazione).

Commenta su Facebook