Parte da Riesi la campagna referendaria della Cgil nissena. Giudice: “Su voucher e appalti milioni di Sì”

978

Grande partecipazione al direttivo confederale provinciale della CGIL della provincia di Caltanissetta tenutosi presso la sede sindacale di Riesi.

IMG-20170211-WA0045IMG-20170211-WA0023La CGIL ha così dato avvio alla campagna referendaria in tutto il Paese per abrogare i voucher e introdurre la responsabilità in solido nella fasi di appalto e sub appalto.

“Entrambi i quesiti che vedranno il SI convinto di milioni di cittadini per ottenere più diritti e più tutele in un mondo del lavoro sempre più precario e debole nella rivendicazione”.

Ne è sicuro il segretario generale della Cgil di Caltanissetta Ignazio Giudice che ha introdotto i lavori annunciando una presenza capillare in tutti i 22 Comuni della provincia attraverso volantinaggio, momenti di incontro con associazioni culturali e di volontariato, gruppi consiliari, Sindaci, cittadini ed ovviamente lavoratori nei cantieri e negli uffici, per illustrare l’idea innovativa per ottenere diritti oggi indeboliti dal jobs act.

Sono seguiti vari interventi del gruppo dirigente, dei Segretari Generali delle categorie dei pensionati degli edili, della scuola, commercio, comunicazioni, chimici, trasporti, bancari, metalmeccanici, pubblico impiego e agricoltura.

Intervento conclusivo affidato a Mimma Argurio – Segretaria Regionale CGIL- che con passione ha espresso la soddisfazione di partecipare ai lavori “di un gruppo dirigente coeso e consapevole della sfida che stiamo vivendo e pronto ad una campagna elettorale complessa e per la quale il Governo ad oggi non indica una data per il giorno del voto”.

Tutti, poi, si sono diretti a Piazza della Repubblica, guidati dal responsabile della CGIL di Riesi Filippo Marino, per il lancio dei palloncini colorati come in altre 118 piazze italiane.

Commenta su Facebook