Parcheggio selvaggio in piazza Garibaldi, "tanto vale istituzionalizzarlo". La provocazione di Alaimo e Aiello al Sindaco

929

Visto che di fatto è un parcheggio a cielo aperto, tanto vale formalizzare l’istituzione del parcheggio in piazza Garibaldi. E’ la provocazione che stamane hanno rivolto i consiglieri comunali Valeria Alaimo e Oscar Aiello al sindaco Giovanni Ruvolo, a cui hanno consegnato una targa appositamente realizzata, recante la scritta del parcheggio in piazza Garibaldi.
In realtà è una forma di protesta con cui si segnala da una parte lo scarso senso civico di quegli automobilisti che continuano a parcheggiare in piazza, dall’altro l’assenza, o la scarsa continuità, di controlli e sanzioni da parte della Polizia municipale.
Tutto ciò a fronte di un parcheggio pubblico, quello di via medaglie d’Oro, che la sera è praticamente vuoto e che Aiello e Alaimo propongono sia lasciato gratuito per le ore serali.
“Non sappiamo più come dirlo, lo abbiamo segnalato in consiglio comunale, con articoli e su facebook, quindi adesso ci proviamo con l’ironia”. Così spiega l’iniziativa Valeria Alaimo.
“Il centro storico dev’essere pulito, così come le zone periferiche che sono abbandonate. Se il sindaco si vuole svegliare bene, altrimenti continueremo con altre forme di protesta”.
Il consigliere Aiello ribadisce: “abbiamo a due passi da Piazza Garibaldi il parcheggio di via Medaglie d’Oro sempre libero, quindi proponiamo che sia gratuito la sera, perchè non è ammissibile che Piazza Garibaldi debba essere un parcheggio, cosa che noi oggi proponiamo, ma in forma provocatoria. Non è ammissibile che le multe, i controlli e le sanzioni avvengano soltanto l’indomani che viene presentata un’interrogazione di un consigliere comunale”, conclude Aiello che chiede anche che fine hanno fatto i paletti in ferro battuto comprati dal comune e poi spariti, “sono costati soldi pubblici e non sappiamo che fine abbiano fatto”.

Commenta su Facebook