Parcheggio Medaglie d'Oro. Affidato all'Aci prima ancora dell'approvazione del collaudo

831

Soltanto il 1° giugno scorso la Direzione lavori pubblici del Comune di Caltanissetta ha approvato gli atti finali e il collaudo del Parcheggio di via Medaglie d’Oro. Lavori che vennero realizzati dalla precedente amministrazione, finanziati con il PIST 7, ovvero i piani di intervento strategico territoriale per un ammontare di 1 milione e 500 mila euro circa.
Formalmente si è trattato di “lavori di completamento”, ma è chiaro a tutti che si tratta di una nuova opera pubblica oggi a disposizione del Comune di Caltanissetta.
Il parcheggio di via Medaglie d’Oro, nonostante “gli atti finali e di collaudo” siano stati approvati a giugno, ovvero pochi giorni fa, è stato dato in gestione a un soggetto esterno, senza gara pubblica, già da alcuni mesi. Sotto il profilo della sicurezza dell’opera, il collaudo tecnico era avvenuto già nel 2013. L’approvazione “degli atti finali e di collaudo” dell’opera avviene successivamente ed è l’atto formale, pubblico, senza il quale, ad esempio, non si potrebbe formalizzare un bando per l’affidamento.
Come confermato da fonti autorevoli di Palazzo del Carmine, infatti, il parcheggio è da qualche mese in gestione all’Aci, l’automobile club che gestisce da anni, in proroga, il parcheggio sotterraneo sempre di via Medaglie d’Oro.
Un’affidamento tutto da chiarire da parte degli uffici di Palazzo del Carmine poichè sul parcheggio di via Medaglie d’Oro, probabilmente uno dei più remunerativi in città, vige un certo riserbo.
L’assessore ai lavori pubblici e urbanistica Amedeo Falci non sembra aver curato “la pratica” in prima persona e l’affidamento sembra essere stato integrato quale “proroga” del servizio di gestione del parcheggio un tempo assegnato all’Aci di Caltanissetta.
Non si comprende, però, come si possa prorogare qualcosa che prima non esisteva, visto che i tre piani del nuovo parcheggio, quando venne assegnata l’area di sosta sotterranea, non esistevano.
Non è neanche specificato se l’Aci conferisca al comune un canone, visto che l’opera è completa di tutto, anche di sbarra automatica e totem per il pagamento, installati a spese del Comune.
Fu una decisione dell’amministrazione Campisi quella di non consegnare il nuovo parcheggio all’Aci che già allora lo chiedeva, proprio perchè si sarebbe dovuta fare una gara e il dibattito finì ampiamente sulla stampa. Per aprirlo subito ai cittadini, la giunta decise la gestione diretta, in via sperimentale, installando le apparecchiature automatiche per riscuotere il ticket della sosta, evitando così di sobbarcarsi eccessivi costi per il personale. Una gestione diretta che l’attuale amministrazione Ruvolo ha ereditato, salvo poi decidere la concessione a privati, al momento senza gara.
Se  l’Aci gestisce il parcheggio, non si comprende perché gli utenti che rimangono imprigionati debbano chiamare un impiegato del comune di Caltanissetta. I numeri indicati all’ingresso del parcheggio per le emergenze, infatti, rimandano agli uffici comunali.

Commenta su Facebook