Palazzina a rischio crollo: Chiude la strada d’accesso al circolo del Tennis. Interdetta anche ai residenti

1395

Dalle ore 7 di lunedì prossimo scatta il divieto di transito sia per i pedoni che per le automobili in un tratto di viale Amedeo in coincidenza dei numeri civici 168/174. Si tratta della stretta stradina che costeggia la villa comunale e che conduce al circolo del tennis.

E’ quanto stabilito da un’ordinanza dirigenziale emanata a seguito di un’articolata istruttoria da parte di più uffici, con l’intervento di tecnici e anche dei vigili del fuoco che hanno accertato il rischio crollo di una palazzina. I controlli effettuati “non permettono di escludere la possibilità di cedimenti strutturali dell’edificio”, valutazione condivisa anche dai vigili del fuoco che hanno effettuato recentemente un sopralluogo. Un pericolo concreto che giustifica il provvedimento di chiusura per evitare rischi alle persone.

Si tratta di un palazzo di 6 piani che già dal 2011 manifestava segni di usura. Erano stati collocati dei sensori che hanno mostrato movimenti anomali e seri problemi di staticità che con il passare degli anni si sono aggravati. Nel frattempo i residenti hanno lasciato le abitazioni. I proprietari più volte sono stati chiamati a provvedere con urgenza all’eliminazione dello stato di pericolo. L’ultima volta il 18 dicembre scorso con un’ordinanza del sindaco, Roberto Gambino, che intimava loro di provvedere alla messa in sicurezza o in alternativa all’abbattimento dell’immobile entro 30 giorni. Trascorso questo termine il Comune si sostituirà effettuando i lavori a proprie spese salvo poi rivalersi su di essi. Si parla di cifre importanti. L’ente ha già nominato il Rup dei lavori perché è chiaro a tutti che si dovrà procedere in fretta per due ordini di motivi. Il primo è l’eliminazione del pericolo. Il secondo sono i disagi per i residenti degli altri condomini e, non ultimo, per le attività sportive che si svolgono nei campi da tennis di villa Amedeo.

La notizia ha suscitato particolare allarme tra i residenti dei palazzi vicini (quelli ai numeri civici successivi al 174) che da lunedì saranno costretti ad attraversare la villa Amedeo (quindi solo a piedi) per entrare nelle proprie case da una cancello laterale della villa comunale che si affaccia sulla strada. Stesso discorso per i fruitori del circolo del tennis. E’ stato già stabilito che la villa Amedeo rimanga aperta anche nelle ore notturne perché è l’unica via d’accesso alla strada. Non c’è alternativa: non si può impedire ai residenti di entrare e uscire da casa propria.

Il divieto di transito veicolare e pedonale nel viale Amedeo riguarda il tratto di strada prospiciente l’edificio sito ai civici 168/174. L’accesso pedonale all’edificio di viale Amedeo civici 176, 178 e 180, nonché al Tennis Club, sarà esclusivamente garantito dall’interno della villa Amedeo, i cui cancelli saranno lasciati aperti tutto il giorno.

Commenta su Facebook