"Pagate fratelli". la 'prima' del film sui frati di Mazzarino del regista Bonaffini.

1994

Frati MazzarinoUn esperimento cinematografico ben riuscito, lontano dalla patria del cinema italiano. Siamo a Mazzarino, che da piccolo paese del centro Sicilia si trasforma in grande set cinematografico, grazie al coraggio, la forza di volontà del giovane regista Salvo Bonaffini. Sabato 29 settembre proprio a Mazzarino (Caltanissetta) si terrà la prima del film “Pagate Fratelli” che dopo tre anni di produzione sarà presentato al grande pubblico. Sul set un plotone di 275 comparse e un cast d’eccezione che annovera volti noti del cinema italiano come Tony Sperandeo, Salvatore Lazzaro, Marcello Arnone, Viviana Natale, Luigi Maria Burruano, Alfredo Li Bassi e Salvatore La Mantia. Dopo 50 anni dal processo di condanna dei monaci di Mazzarino, l’Italia torna a parlare degli arcani del convento di San Francesco dove quattro frati agendo da intermediari di una banda di malavitosi, si resero complici di reati di truffa ed estorsione.

“In tutto questo – dichiara il regista Bonaffini – c’è sicuramente un pizzico di pazzia e di incoscienza oltre che di coraggio. Parlando con le persone più grandi notavo una sorta di difficoltà a raccontare questa storia, a parlarne ai figli e ai nipoti. Un tabù che secondo me non ha motivo di esistere e che mi ha spinto a proseguire nella mia idea. E poi ho sempre pensato che il film possa costituire un canale per promuovere una città d’arte come Mazzarino, piccolo centro dell’entro terra siciliano. I 93 minuti riprendono i nostri luoghi barocchi e i nostri paesaggi”.

Commenta su Facebook