Pagano (NCD): “Il rinascimento di Ruvolo? Somiglia tanto a quello di Crocetta”

1217

Riceviamo la contro-replica del deputato Ncd, Alessandro Pagano, alla nota di risposta del sindaco Giovanni Ruvolo ad una precedente sollecitazione dello stesso onorevole.

“In 18 anni di politica si contano nelle dita delle due mani le polemiche del sottoscritto in contraddittorio con altri personaggi politici. Oltre al mio temperamento che mi “impone” la costruzione piuttosto che la distruzione, c’è anche la consapevolezza che con  la “tinturia” di certi ambienti politici c’è solo da rimetterci. In questo, penso non aver avuto rivali in fatto di attacchi politici e di maldicenze.

Peró con il sindaco Ruvolo, sia per il garbo che lo caratterizza, sia per il modo in cui mi ha risposto (un misto di malcelata superiorità intellettuale e di fine buonismo francescano)  non posso sottrarmi. È troppo divertente il confronto ! E poi sottrarmi avrebbe il significato di snobbarlo ed io voglio troppo bene a Caltanissetta per non tenere in gioco un attore che per diventare protagonista riconosciuto e non solo autoreferenziale deve ancora lavorare tanto. Tantissimo.

Certo!  Quando maliziosamente, non avendo argomenti, egli nella risposta che mi da, dice che io ho scritto “Lupi ha convocato una decina di sindaci”, piuttosto che dire, “una decina di istituzioni” come correttamente doveva essere indicato, ricordo a me stesso che 5 sindaci + 1 presidente della regione + 1 assessore regionale +1 AD di ferrovie dello stato + 1 AD di rete ferrovie italiane + 1 AD di italferr  fa  10 e quindi mi verrebbe di dire  “rispondere a questi infantilismi è solo una perdita di tempo”. Ma io non lo faró ! L’amore verso la mia gente mi impone di essere paziente, sperando in una crescita dello  status istituzionale del Sindaco di Caltanisssetta. In fondo sindaci non si nasce e Ruvolo merita, in questo, tempo e rispetto.

Andiamo in ordine: il Dr. Ruvolo nell’articolo si autoesalta quando afferma che sta lavorando per “la rinascita della nostra città”. Lui? Semmai Campisi. Quello fu un esempio di rinascita visto che inaugurò una stagione politica caratterizzata da sobrietà  tanto da aver risanato le casse del comune, oltre ad aver eliminato la “mala gestio”.Oggi Ruvolo dovrebbe avere maggior decoro e non usare la parola “rinascita” visto che ha   mortificato i cittadini con la sua decisione di portare le imposte comunali a livelli mai visti. Che grande differenza rispetto a soli pochi mesi fa ! Dalle tasse più basse di Campisi, a quelle più alte di Ruvolo.

E tutto questo con il colpevole silenzio dei suoi amici dei comitati spontanei. Evidentemente rossi di vergogna, tacciono!  Costoro  dovrebbero ricordarsi, quando insieme a componenti che siedono nei banchi della sua attuale maggioranza, contestavano aspramente, fino alla delegittimazione, gli sforzi di Campisi alla lotta contro il malaffare.

Quando parla di rinascita il Sig. Sindaco dovrebbe essere onesto intellettualmente a riconoscere che i rifiuti che oggi “sfregiano” altre città, a Caltanissetta non ci sono più perché Campisi fece la rivoluzione, facendo risparmiare 4 milioni di euro alla città, mantenendo inalterato il numero di dipendenti e i livelli essenziali di pulizia. E in questo rischiando anche l’incolumità fisica. Ad altri con le minacce subite da Campisi avrebbero dato scorte e contro scorte. Questa è vera rinascita!

Egli ha ereditato tutto questo e ancora nulla ha dimostrato. Ma siamo pazienti e l’aspettiamo …

Ah! Dimenticavo. Spiace come non abbia ancora parlato della SS 640. Mercoledì 10 settembre u.s. in diretta televisiva, su  Rai Due, nella rubrica Question Time, ho posto una interrogazione al Ministro Lupi sui rischi della galleria Sant’Elia. Opportunamente, anche Ruvolo dovrebbe occuparsene in prima persona di questa faccenda che inquieta migliaia di cittadini nisseni, a meno che non abbia la certezza che l’Università di Palermo sbaglia quando dice che la collina Sant’Elia  è a rischio crollo.

Nei prossimi giorni farò sapere altre notizie  e se vorrà, non farò mancare al Sindaco il mio supporto, come ho sempre fatto in passato con tutti gli amministratori della Città, indipendentemente dal loro colore politico.

Concludendo, mi preme annunciare che ho appena parlato con le gentili e stimate colleghe parlamentari  Azzurra Cancellieri e Daniela Cardinale, le quali come chi scrive sono  a disposizione della città per una battaglia sulla ferrovia Palermo-Caltanissetta-Catania e sulla SS640. Penso che queste siano buone battaglie. Per le foto su facebook c’è sempre tempo”.

 

Alessandro Pagano

Commenta su Facebook