Pagamento straordinari dipendenti decurtato del 30%. Mannella (CL Protagonista): "Così partono azioni legali"

938

Interrogazione al sindaco della capogruppo di Caltanissetta protagonista in consiglio comunale Oriana Mannella sulle problematiche relative al riconoscimento dello straordinario già effettuato dai dipendenti comunali negli anni passati e le modalità di effettuazione delle ore straordinarie nel 2015. “Il rischio – afferma la consigliera – è quello del blocco di alcune attività come l’apertura nei giorni di sabato e domenica del Teatro Margherita.
L’esponente di CL Protagonista ricorda che il 9 febbraio, a seguito di un incontro con il Sindaco Giovanni Ruvolo e successivamente con l’Assessore Massimiliano Centorbi insieme ad una delegazione di lavoratori del comune era stata affrontata la tematica del riconoscimento dei compensi per lavoro straordinario prestato per gli anni 2013 e 2014 e dei compensi arretrati per reperibilità e straordinario anche per gli anni 2010 e 2011. Ne nacque l’impegno dell’amministrazione ad erogare lo straordinario 2014 in busta paga di marzo, mentre per l’anno 2013 il fondo in bilancio era azzerato. Ma a seguito di una Deliberazione di giunta, interroga la Mannella, vengono operati tagli alle somme rendicontate che arrivano in alcuni casi anche al 30%. “Quanto sopra porterà al sicuro avvio di procedimenti per le vie giudiziarie da parte dei dipendenti che si ritengono danneggiati, con il solito aggravio di spese legali”, anche perchè, sottolinea l’esponente di opposizione, le ore di straordinario rendicontate erano state approvate.
Nell’interrogazione si chiede dunque:
“quali iniziative intenda intraprendere per far si che tutti i dipendenti possano essere messi nelle condizioni di potere effettuare la timbratura sui luoghi di lavoro, anche distaccati, al fine di potere dimostrare in maniera inequivocabile le ore di presenza”;
“quali ulteriori iniziative intende avviare al fine di regolamentare questo specifico importante aspetto amministrativo magari elaborando, ove non siano presenti, specifiche procedure scritte, in quanto si ha notizia che già nei primi mesi del 2015 si sta ripetendo quanto sopra”;
“quali azioni intenda intraprendere per il riconoscimento dello straordinario prestato dai propri dipendenti per gli anni 2010, 2011, 2013 e 2014  anche inserendo nel bilancio di previsione nella missione “Fondi e Accantonamenti”, all’interno del programma “Fondo di riserva” le somme necessarie riservate alla copertura delle transazioni da porre in essere con i dipendenti per evitare che ciò comporti danni certi all’amministrazione.
“Si sottolinea il carattere di urgenza soprattutto per evitare contenziosi e disservizi già manifestati e che fino ad ora sono stati risolti solo grazie ad interventi tampone che possono essere giustificati nella straordinarietà degli eventi ma mai nell’ambito del lavoro programmato.
A termine di regolamento si chiede risposta scritta nei termini stabiliti”.

Commenta su Facebook