Otto furti in sei mesi, finisce in carcere un ventenne di Gela

70

Tra i beni rubati in private abitazioni, esercizi commerciali e su autovetture: gioielli, televisori, decoder, soldi in contanti, uno stereo, un marsupio e un ciclomotore.

I poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza hanno tratto in arresto il ventenne gelese Davide Antonio Rocco Ferracane, in esecuzione all’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia in carcere, emessa dal Gip di Gela. Il giovane è indagato per otto episodi di furto aggravato, consumato e tentato. L’1 agosto scorso era stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Gela e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Successivamente all’applicazione di detta misura, era stato nuovamente tratto in arresto per il reato di furto pluriaggravato, comportamento a seguito del quale era stato disposto l’aggravamento della misura con gli arresti domiciliari. Ciò nonostante, l’indagato, noncurante dell’ammonimento a lui imposto con l’ordinanza del Gip e della fiducia accordata dall’Autorità giudiziaria anche in ragione della giovane età, si è nuovamente allontanato dalla propria abitazione senza alcuna valida giustificazione e senza autorizzazione. Comportamento quest’ultimo che ha indotto la Procura della Repubblica di Gela a chiedere un ulteriore aggravamento della misura e al Gip di disporre la custodia in carcere. I furti contestati al giovane sono stati commessi a Gela tra la fine del mese di novembre 2019 e il mese di giugno del 2020. Tutti compiuti esercitando violenza sulle cose o con destrezza, i furti sono stati commessi presso private abitazioni, esercizi commerciali e su autovetture. Tra i beni rubati – in alcuni casi cagionando alla persona offesa danni di rilevante gravità – gioielli, televisori, decoder, soldi in contanti, uno stereo, un marsupio e un ciclomotore. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto al carcere di contrada Balate di Gela.

Commenta su Facebook