Ottantenne truffata in casa da falsi ispettori Inps. Ma girano anche i falsi addetti di Enel e Gas

1829

Una donna ultraottantenne nissena truffata nella sua abitazione del quartiere Santa Flavia. E’ accaduto venerdì pomeriggio, quando si sono presentati a casa sua un uomo e una donna, qualificandosi come ispettori dell’Inps.

I presunti ispettori, fatti accomodare in casa, hanno prospettato alla donna un incremento dell’importo della sua pensione, a fronte di un versamento immediato di contanti, facendosi consegnare la somma in contanti di 120 euro, un paio di fedi nuziali in oro giallo, un paio di orecchini ed un anello.

Solo dopo che i due truffatori avevano lasciato l’abitazione, l’anziana donna ha compreso di essere stata truffata e in stato d’agitazione ha chiamato i Carabinieri, ai quali non è riuscita a fare una descrizione della coppia di falsi ispettori.

Solo sulla donna, unica sua interlocutrice, la vittima precisava che poteva avere un’eta’ compresa tra i 50 ed i 55 anni ed un’altezza di circa 170-175 cm.

La signora, nel pomeriggio successivo, si è recata dal comandante della Stazione di Caltanissetta, in viale Regina Margherita, per formalizzare la denuncia.

Sono scattate le indagini da parte dei militari della stazione e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia per addivenire agli autori della truffa.

Nei giorni scorsi sono aumentate le segnalazioni da più parti della città circa la presenza anche di presunti falsi addetti del Gas e dell’energia elettrica.

 

Commenta su Facebook