Ospedali. Da cinque mesi senza stipendio, gli addetti alle pulizia in stato d’agitazione.

1950

Il Dirigente Sindacale della UIL TEMP Andrea Morreale comunica lo stato di agitazione dei lavoratori addetti alle pulizie dell’Ospedale S. Elia di Caltanissetta e dell’Ospedale di San Cataldo a far data da giovedi 04 settembre 2014, a seguito del mancato pagamento degli stipendi dei mesi di maggio, giugno, luglio e agosto da parte della cooperativa Cooperativa Sociale L’Airone.

MorrealeIl sindacalista afferma che le retribuzioni sono ferme al mese di aprile 2014 e per la UIL, il perdurare di tale situazione “rischia di compromettere il buon funzionamento dei servizi conducendo alla disaffezione dei lavoratori della Cooperativa che sinora hanno svolto il loro servizio con senso di responsabilità e abnegazione”.

“In un momento di difficile crisi economica – spiega Morreale – credo che il pagamento puntuale dello stipendio sia di grande importanza per chi come i dipendenti della Coop. Sociale L’Airone, non hanno altri redditi dai quali attingere. I continui ritardi di questi mesi non sono più accettabili, questa situazione non è più tollerabile ed è urgente che il direttore generale faccia di tutto per assicurare il pagamento puntuale dello stipendio ai dipendenti della Cooperativa Sociale L’Airone, lo afferma Andrea Morreale, segretario organizzativo della UIL TEMP “Siamo in presenza di ritardi consolidati dei quali certamente sono tutti responsabili; ritardi che non fanno altro che ingenerare malumori a tutto campo, soprattutto tra i dipendenti della Cooperativa”.

“Se, come molti asseriscono, – continua Morreale – lo slittamento dei pagamenti nasce dal mancato trasferimento all’Azienda Sanitaria Provinciale dei fondi regionali, allora bisogna capire come mai è stata pagata la mensilità di maggio alla Cooperativa Sociale per il servizio svolto presso il Presidio Ospedaliero “Vittorio Emanuele “ di Gela. Ci sono contratti diversi o esistono altri impedimenti alla UIL TEMP sconosciuti?.

Certamente non è credibile la motivazione che addebita ai mancati trasferimenti regionali la causa di questo ritardo”. Certo è che sono stati adottati due pesi e due misure. La UIL TEMP- insiste il Segretario Org. Morreale – non comprende la decisione dell’ASP di Caltanissetta, di liquidare la fattura alla Cooperativa per il servizio svolto presso il Presidio Ospedaliero “Vittorio Emanuele “ di Gela, lasciando fuori l’Ospedale S. Elia di Caltanissetta e l’Ospedale Raimondi di San Cataldo, impedendo alla Cooperativa di poter procedere con urgenza a liquidare gli stipendi ai propri dipendenti. Un chiarimento definitivo su questo punto non solo diraderebbe i dubbi, ma eviterebbe proteste e malcontenti futuri”. Intanto chiedo quindi – conclude il Segretario Andrea Morreale – al direttore generale di intervenire con urgenza nei confronti dei dirigenti dei relativi uffici e di rimuovere tutti gli ostacoli che mensilmente, non so se a torto o ragione, comportano lo slittamento di diversi mesi del pagamento degli stipendi di competenza dei lavoratori”.

La UIL TEMP è pronta all’attivazione delle procedure previste dalla legge per la proclamazione dello sciopero dei lavoratori dipendenti nei servizi gestiti dalla Cooperativa, pertanto Morreale ha quindi scritto al direttore generale invitandolo a rimuovere gli ostacoli, al fine di evitare qualsiasi forma di protesta, che determinerebbe un notevole disagio alla comunità.

Commenta su Facebook