Ospedali da chiudere in tutta la provincia. Il governo nazionale “ignora” il piano della Borsellino

713

Il Coordinamento Provinciale del partito “Italia dei Valori” (ma non è il solo in queste ore il caso sta montando), esprime preoccupazione , in merito al piano di razionalizzazione della rete ospedaliera che il Governo Nazionale intende programmare per la Sicilia e per la Provincia di Caltanissetta.

Il Prefetto, Il vescovo e Lucia BorsellinoUn piano corredato da un documento  circolato sulla stampa, nonostante l’assessore regionale alla salute, Lucia Borsellino avesse già approvato il piano per la razionalizzazione della rete ospedaliera, con meno tagli. Per il governo nazionale, chiuderanno le strutture ospedaliere italiane con meno di 60 posti letto, in Sicilia sono 23 Strutture Ospedaliere per un totale di 946 posti letto in meno , per la nostra Provincia si prevede la chiusura degli ospedali:

Immacolata Longo a Mussomeli: 47 posti letto;
Maddalena Raimondi a San Cataldo: 43 posti letto;
Santo Stefano a Mazzarino: 25 posti letto;
Suor Cecilia Basarocco a Niscemi: 41 posti letto;

Il Coordinamento Provinciale del partito “Italia dei Valori”, ritiene che il nuovo Patto per la Salute, nasce ancora prima che venga approvato dal Governo Nazionale il piano di razionalizzazione della rete ospedaliera siciliana , presentato dall’Assessore Regionale alla Salute Lucia Borsellino, che prevede un’assistenza ospedaliera sul territorio utilizzando il concetto di rete integrata dei servizi anche attraverso il mantenimento dei piccoli e medi presidi ospedalieri riorganizzati in ‘Ospedali riuniti’.

Conferenza dei Sindaci_Ida GrossiE proprio sul tema dei servizi sanitari sul territorio, il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, in qualità di presidente della conferenza dei sindaci sulla sanità ha convocato un incontro che si terrà martedì 26 agosto prossimo a Palazzo del Carmine. All’incontro, oltre ai sindaci della provincia nissena, parteciperà anche il nuovo direttore generale dell’A.S.P., Ida Grossi, che, per l’occasione, ha chiesto e ottenuto di integrare l’ordine del giorno della Conferenza, riguardante la “calendarizzazione delle iniziative per l’approfondimento delle problematiche sanitarie del territorio dell’ASP n. 2”,  con un ulteriore argomento relativo al “Piano Straordinario di Interventi Sanitari nell’area a rischio ambientale di Gela”.

 

 

Commenta su Facebook