Orgoglio Nisseno al sindaco: “A una città allo stremo non serve conflittualità, siamo pronti al confronto”

317

“Esprimiamo la nostra preoccupazione rispetto all’attuale situazione cittadina, oramai giunta allo stremo, sia sotto l’aspetto sanitario che sotto quello economico e sociale. Per fronteggiare rabbia sociale e solitudine del potere, stati patologici di una comunità in crisi, l’unica strada possibile è quella del dialogo e della condivisione delle scelte”. Lo scrive l’avvocato Salvatore Licata a nome del movimento Orgoglio Nisseno, compagine presente in consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione, in una lettera aperta indirizzata al sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino.

“I contagi sono molto alti nonostante la zona rossa, caratterizzata da una serie di restrizioni a volte discutibili e contraddittorie, sia in vigore da più di venti giorni. Il settore dell’abbigliamento, della ristorazione, le palestre ed i centri estetici, nell’ultimo anno, hanno subito continue chiusure oramai divenute insostenibili. Gli eventi degli ultimi giorni e le ultime dichiarazioni pubblicate – scrive Licata – evidenziano una perdita di fiducia nelle istituzioni e nelle rappresentanze politiche che potrebbe sfociare, alle estreme conseguenze, nella rottura dell’imprescindibile contratto sociale. I ristori rappresentano un apporto fondamentale dal quale non può esimersi nemmeno il Comune”.

Ma prima ancora degli interventi materiali per Licata e il movimento Orgoglio Nisseno “in un momento così straordinariamente difficile, serve unità e coralità e non frammentazione e conflittualità. È con questo spirito che, mettendo momentaneamente da parte la critica anche aspra su sue scelte spesso non condivisibili sia nel merito che nel metodo, siamo pronti ad aprire un confronto su possibili soluzioni ai problemi urgenti”.

Commenta su Facebook