"Natale sicuro". Confcommercio ringrazia la Guardia di Finanza. Plauso anche dal consigliere Aiello

824

La Confcommercio provinciale di Caltanissetta, insieme al sindacato Federazione Moda Italia aderente a Confcommercio, è l’associazione di categoria che si è maggiormente battuta nella lotta all’abusivismo e alla contraffazione. Ad inizio novembre, il sindacato Federazione Moda Italia provinciale, aveva segnalato, attraverso i media locali e regionali, le aperture sempre più imponenti di attività commerciali di matrice cinese, invitando le forze dell’ordine a verificarne i principi di leale concorrenza e di regolarità della merce venduta. Inoltre, lunedì 11 novembre, la Confcommercio ha organizzato una giornata di mobilitazione nazionale “Legalità, mi piace”, incentrato proprio su questo tema.

Il Vice Presidente provinciale della Confcommercio Massimo Mancuso, ringrazia la Guardia di Finanza per l’operazione che ha portato al sequestro di merci prive di indicazioni previste dalla vigente normativa comunitaria a tutela dei consumatori, dopo un controllo in un centro commerciale di viale Candura, gestito da cittadini di nazionalità cinese, per verificare, oltre al rispetto delle norme fiscali e contributive, la regolarità dei prodotti commercializzati.

<<La lotta all’abusivismo – afferma il vicepresidente Confcommercio Caltanissetta- ancorché complessa e difficile a causa delle dimensioni del fenomeno, non è affatto impossibile se fondata su due cardini fondamentali: il controllo del territorio e un’azione di intelligence mirata a contrastare direttamente la malavita che alimenta il mercato della contraffazione>>.

Per il presidente provinciale della Federazione Moda Italia provinciale Angelo Pio Cammalleri, “l’impegno del sindacato e della Confcommercio sarà mirato a contrastare tutte quelle forme di concorrenza sleale, concentrando gli sforzi nel sensibilizzare la clientela, al fine di infondere la certezza che si può acquistare in modo conveniente, sicuro e legale, preferendo i punti vendita cittadini, che hanno storia, tradizione e qualità e soprattutto che rispettano e tutelano il consumatore”.

“Un ringraziamento – conclude la nota di Mancuso e Cammalleri – và al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Colonello Pierluigi Sozzo che nell’incontro dell’11 novembre  ha dato seguito, in maniera efficace ed efficiente, alle nostre richieste di tutela commerciale». La Confcommercio si rivolge, infine, anche ai consumatori, sottolineando che «chi acquista merce fuori legge commette un reato perseguibile che danneggia l’economia italiana e l’Erario ricevendo prodotti scadenti e senza garanzia di qualità”.

E sull’operazione di sequestro di prodotti cinesi privi di certificazione CE o pericolosi, interviene anche il consigliere del PDL-Forza Italia, Oscar Aiello, che proprio nei giorni scorsi aveva presentato un’interrogazione. 

“Lo scorso 28 Ottobre – dice Aiello – avevo formalmente richiesto una programmazione di interventi su tutto il territorio cittadino, atti a contrastare il fenomeno del commercio “Made in China”, nonché controlli sui materiali venduti nei negozi cinesi per evitare gravi conseguenze anche sul piano della salute dei nisseni. Puntualissima è arrivata la risposta degli uomini della Guardia di Finanza di Caltanissetta, con i quali mi congratulo per l’operazione “Natale Sicuro”. Grazie al prezioso intervento delle Fiamme Gialle è stato infatti possibile far sentire la forte presenza dello Stato nella lotta alla illegalità, indispensabile per contrastare la concorrenza sleale cinese di cui gli imprenditori ed i consumatori nisseni sono vittime impotenti”.

“Rimanendo in tema di affermazione della legalità, esprimo inoltre vicinanza e solidarietà al Procuratore, Dott. Domenico Gozzo, per le vili intimidazioni ricevute”, conclude il Capogruppo di Forza Italia – PDL al Comune di Caltanissetta, Oscar Aiello.

Commenta su Facebook