“Operazione città pulita”: a San Cataldo i migranti donano il loro tempo al servizio della collettività

979

San Cataldo – “Operazione città pulita”: per due settimane gli ospiti richiedenti protezione internazionale del Cas di via Piave (ex Hotel Helios),  gestito dalla cooperativa sociale EsseQuadro, puliranno i vari quartieri della città con rastrelli e decespugliatori muniti di dispositivi di protezione individuale. Hanno iniziato stamane con il parco della Pace di viale Italia.

“L’obiettivo è quello di tenerli impegnati per la cura del patrimonio urbano con puro spirito di volontariato ed a costo zero per le casse comunali- ha affermato il Direttore, dott. Valerio Martorana – tutto ciò dimostra concretamente la volontà dei nostri ospiti di integrarsi con la città, servendola. Con i fatti i nostri ospiti puliscono il territorio, si tengono  impegnati e ringraziano la collettività per l’ospitalità riservata agli stessi. EsseQuadro si dimostra, ancora una volta, attenta al territorio e ne promuove la sua bellezza”.

“Continua il lavoro di collaborazione con la cooperativa EsseQuadro- ha sottolineato il sindaco Giampiero Modaffari – che ha fornito gli ospiti di polizza assicurativa, dispositivi di sicurezza e attrezzi. Un grazie a questi ragazzi da parte nostra per l’opera meritoria svolta al servizio della città”.

Le operazioni di pulizia sono svolte in collaborazione con il personale dell’ufficio manutenzione del comune. Tutto ciò rientra nell’ambito della convenzione Comune-Prefettura-EsseQuadro per il coinvolgimento dei richiedenti protezione internazionale in attività di volontariato.

Ecco i nominativi degli ospiti che donano quotidianamente il loro tempo libero al servizio della città: Onwuanisha Victor, Nigeria; Mane Sadja, Guinea; Mballo Samba, Senegal; Adama Sissoko, Mali; Mohamed Geedi Abbad, Somalia; Djama Ahmed, Somalia; Abdulahi Garashe, Somalia; Ali Jamac Said, Somalia; Abdi Dahir Ali, Somalia; Salad Farah Abdulkadir, Somalia; Mohamed Ali Hussein, Somalia.

Commenta su Facebook