Operazione “Cerbero”. Si dimette il sindaco Fiaccato che si professa innocente: “Ho fiducia nella giustizia”

999

Lunedì rassegnerà le proprie dimissioni dalla carica il sindaco di Santa Caterina Villarmosa, Antonio Fiaccato. Come riporta il sito seguonews.it, a renderlo noto è il suo legale di fiducia, Giuseppe Dacquì. “Nel prendere atto delle gravi accuse che mi vengono mosse e nel protestare la mia totale innocenza – si legge nella nota – nel rispetto che devo alla carica istituzionale che ricopro e all’autorità giudiziaria, in cui ripongo massima fiducia, rassegno le mie irrevocabili dimissioni di sindaco augurando ogni bene alla cittadinanza caterinese”.

Questo il messaggio del sindaco Antonio Fiaccato che nella giornata di ieri è stato destinatario della misura cautelare personale degli arresti domiciliari a seguito dell’operazione “Cerbero” condotta dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza su un presunto sistema di corruzione e turbativa d’asta negli affidamenti dell’ente. Sempre ieri il sindaco era stato sospeso con provvedimento del Prefetto. Con le dimissioni si apre la strada al commissariamento dal momento che le funzioni del sindaco per l’ordinaria amministrazione e fino a nuove elezioni, dovrebbero essere assunte dal vicesindaco anche lui però destinatario di misura cautelare.

Commenta su Facebook