Operazione “Acheronte”: il Movimento 5 Stelle chiede la revoca del contratto a Caltaqua

469

Conferenza stampa questa mattina del Movimento 5 Stelle che vede indagati venti dirigenti e manager di Regione, Ato Idrico e Caltaqua. Alla conferenza stampa cui  hanno preso parte gli onorevoli Giancarlo Cancelleri e Nuccio Di Paola e il consigliere comunale Giovanni Magrì è stato fatto presente che l’omessa depurazione della rete idrica e fognaria era già stata denunciata dai grillini. Questi ultimi hanno chiesto al Comune di revocare il contratto con l’ente. “Noi tempo fa abbiamo fatto un esposto  -ha detto l’onorevole Giancarlo Cancelleri – con il gruppo locale e il consigliere comunale Giovanni Magrì sugli sversamenti e le mancate depurazioni. Ringraziamo le forze dell’ordine che si stanno preoccupando di scoperchiare quella che è stata la gestione idrica della nostra città. Qui da un lato la possibilità che hanno avuto i cittadini grazie a noi di farsi rimborsare il canone di depurazione pagato impropriamente, ma qui siamo di fronte ad un vero e proprio raggiro. In più oggi annunciamo la presentazione di una mozione in consiglio comunale in cui chiedo al sindaco Giovanni Ruvolo di sospendere in autotutela il contratto con Caltaqua perché lo prevede una delle clausole rescissorie del contratto che loro non hanno rispettato”

Commenta su Facebook