Operava all'Asp 2 di Caltanissetta. Arrestato il primario Matteo Tutino

1745

I carabinieri del Nas hanno notificato un ordine di arresto a Matteo Tutino, primario del reparto di Chirurgia plastica dell’ospedale Villa Sofia di Palermo, agli arresti domiciliari per truffa, peculato, abuso d’ufficio e falso. Una cronaca che per il primario chirurgo plastico, inizia proprio da Caltanissetta, all’ospedale Sant’Elia, dove avrebbe operato quando non aveva titolo per entrare in sala operatoria, stando all’ipotesi formulata dalla Procura di Palermo.
L’inchiesta un anno fa portò alla notifica di un avviso di garanzia per Tutino per l’allora commissario straordinario dell’ospedale, Giacomo Sampieri, lo stesso che poco prima era stato direttore sanitario all’Asp 2 di Caltanissetta
Per Tutino il giudice per le indagini preliminari ha disposto gli arresti domiciliari su richiesta del procuratore Francesco Lo Voi.
Ventuno interventi chirurgici, compiuti tra il 2005 e il 2011, sotto esame, già oggetto di un procedimento disciplinare a carico di Tutino, trasmessi alla Procura della Repubblica di Palermo, a quella regionale della Corte dei Conti, all’assessorato regionale alla Salute, ai carabinieri del Nas, alla Finanza e all’Azienda sanitaria di Caltanissetta.
Secondo gli investigatori, Tutino non avrebbe potuto e dovuto entrare nella sala operatoria dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, perché risultava in servizio al Policlinico. Soltanto dal 4 ottobre 2012 era approdato all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta fino al giorno del trasferimento a Villa Sofia.
Una decina, in particolare, gli interventi di rinoplastica (chirurgia estetica) spacciati per settoplastica (chirurgia funzionale), da qui l’ipotesi di truffa avendo consentito per tal via che lo Stato rimborsasse tali prestazioni come se fossero rientrate nei livelli essenziali di assistenza da garantire a tutti.
Il peculato sarebbe, invece, legato all’utilizzo da parte di Tutino di risorse e strumenti dell’ospedale Villa Sofia e di quello nisseno

Commenta su Facebook