Operatori del centro di Pian del Lago chiedono la vaccinazione anti covid

Parlano di “drammatica situazione venutasi a creare presso il Centro Governativo di accoglienza per Immigrati di Pian del Lago di Caltanissetta” i sindacati Confsal Snalv, Flaica Cub e UilTemp. Una situazione determinata dalla mancata vaccinazione contro il covid del personale socio-assistenziale dipendente della società Soc. Coop. Essequadro che gestisce il centro d’accoglienza. Stessa situazione al Centro per i Rimpatri come anche dallo scorso luglio al Centro Quarantena.

“Sebbene il personale addetto non ricopra il ruolo di vero e proprio personale “sanitario”, è pur vero che questa tipologia di lavoratori, per le mansioni alle quali sono addetti, sono in

continuo contatto con i migranti accolti provenienti per lo più dal nord Africa e spesso risultati affetti da COVID-19. Non si comprende allora come per il personale insistente in tale presidio sia sanitario che appartenente alle forze dell’ordine debbano essere adottate (giustamente) tutte le cautele del caso, mentre per il personale socio assistenziale che, al pari dei sanitari e delle forze di Polizia entra in contatto con tali soggetti, non debba essere garantita la vaccinazione”.

I sindacati chiedono la vaccinazione di tutti gli operatori così come avvenuto per le Rsa e per le forze dell’ordine interne al Centro e chiedono “un immediato provvedimento delle Autorità al fine di provvedere alla risoluzione della gravissima e pericolosissima situazione in cui svolgono la propria attività di operatori socioassistenziali del centro, poiché diversamente il personale di cui trattasi non si renderebbe più disponibile alle prestazioni con contatto diretto con i migranti a cautela della propria incolumità”.

La nota a firma dei sindacalisti Bonaffini, Strazzeri e Sutera è indirizzata al prefetto di Caltanisseta, all’assessore regionale alla Salute, all’Asp, al sindaco e per conoscenza alla cooprativa che gestisce i servizi del centro.

Commenta su Facebook