Open Day al Liceo Classico Linguistico e Coreutico “Ruggero Settimo”. La scuola del futuro è già realtà

3907

Aula Magna (1)Che la Scuola sia cambiata lo sanno tutti. Su come e quanto sia cambiata viene data, oggi,la possibilità di saperlo attraverso gli open day come quello organizzato dal Liceo Classico Linguistico e Coreutico “R.Settimo” di Caltanissetta.

Si è svolto sabato 28 gennaio con l’obiettivo primario di illustrare a genitori e ragazzi l’offerta formativa che il “R.Settimo” propone e si è svolto in un’atmosfera di partecipazione e di accettazione delle novità che il noto Liceo offre ai ragazzi. Finiti i tempi delle “poesie a memoria” senza la conoscenza delle quali si rischiava di essere rimandati, oggi, oltre alle materie classiche, si parla di laboratori di Nuove tecnologie, Danza, Lingue compreso l’Arabo e il Cinese e si parla addirittura di Brocardi latini che, come ci spiega la prof.ssa Giuseppina Pilato, docente di Latino e Greco, “sono delle massime latine poi utilizzate come massime giuridiche. Il laboratorio di brocardi latini ha lo scopo di far capire quanto sia ancora presente e importante il Latino nella nostra Società”.

I brocardi – ne esistono centinaia –  hanno la capacità di illustrare, con poche parole, un pensiero o sintetizzare lo spirito di una sentenza. Ne vogliamo citare uno a caso: “in claris no fit interpretatio” che significa “nelle cose chiare non è concessa interpretazione”.

Intervista alla dirigente del Liceo Classico “R.Settimo” Irene Cinzia Collerone

Molto belle le performances dei ragazzi del primo e secondo anno di Coreutica (arte della danza, ndr). Due le coreografie eseguite, la prima La coreografia ideata dalla maestra di musica Grazia Zaffuto (6)ideata dalla maestra di musica Grazia Zaffuto, per le ragazze del primo corso, caratterizzata da un difficile sincronismo dei movimenti e la seconda dalla maestra di danza Antonella Bruno le cui allieve si sono esibite in una performance di danza classica che come è noto, riesce a conferire a chi la pratica, eleganza nel portamento e nei movimenti.

Applaudite anche le esibizioni di una band musicale, formatasi all’interno della scuola, in cui la “voce” è quella di Vittoria Sardo, vincitrice della 25ª edizione del Festival di Caltanissetta.

La coreografia ideata dalla maestra di danza Antonella Bruno (15)“Se siete qui – ha detto la dirigente Irene Cinzia Collerone nel dare il benvenuto ai presenti – è perché siete studenti che vi dovete iscrivere a una scuola secondaria e genitori che hanno in mente qualcosa per i loro figli, hanno un desiderio, un’aspettativa per loro. Siete qui per poter vivere un’esperienza che vi dia la certezza che state prendendo la strada giusta. Anche se, dovete sempre considerare – ha continuato rivolta ai ragazzi – che siete in una fase evolutiva e che quello che pensavate di non saper far bene, in realtà si può assolutamente realizzare perché il contesto formativo nel quale vi iscrivete è stimolante e aperto a tutte le esperienze e vi fa crescere. Quindi state sereni, questo è il consiglio che voglio darvi. In questa ora e mezza di permanenza, vi calerete nella realtà scolastica e nel clima di questa scuola”.

La parola alla vicaria della dirigente, prof.ssa Nadia Rizzo, che ha parlato delle origini del secolare Liceo scendendo nel dettaglio dell’offerta formativa davvero variegata.

Intervista alla prof.ssa Nadia Rizzo, vicaria della dirigente

Quindi, tutti in tour a visitare i vari laboratori tra cui quello di musica tenuto dalle maestre Grazia Zaffuto e Marcella Montoro, di danza classica tenuto dal I componenti del gruppo musicale del Liceo (11)maestro Alessandro Giambirtone, di danza contemporanea tenuto dalla maestra Mariagrazia Finocchiaro.

Aria di compiacimento e atmosfera festosa tra i ragazzi ma anche tra i docenti che sono riusciti a far sì che un open day, dalle finalità informative si trasformasse anche in un piacevole  e utilissimo momento di scambio di opinioni con i genitori.

Fotogallery

Commenta su Facebook