Omofobia, Pagano (Lega): “Legge inutile che introduce uno psico reato”

228

“La modifica del codice penale per l’introduzione del cosiddetto reato di omofobia è inutile quanto dannosa. In questi giorni sono in tanti a sostenerlo. La Cei giusto oggi si e’ espressa chiaramente ricordando che esistono già adeguati presidi per la prevenzione e la repressione di ogni comportamento violento o persecutorio. Le modifiche che verrebbero ad essere introdotte quindi, su cui la Lega è pronta a fare le barricate, aprirebbero ad una nuova fattispecie di reato, che non esitiamo a definire ‘psicoreato’, che snaturerebbe la natura stessa del codice penale, introducendo di fatto un ipotetico reato fondato su impressioni soggettive e non su fatti oggettivi. La legge non ha neanche iniziato il suo iter alla Camera e già si contano a decine le dichiarazioni contrarie: dalla Conferenza Episcopale Italiana, per altro sempre moderata su questi temi, all’autorevole Centro Studi Levatino, persino a autorevoli voci dell’associazionismo femminista e a tante voci del mondo omosessuale non legato a lobby, tutti stanno sollevando più di un dubbio sulla nuova legge. La Lega farà fronte comune perché non passi una deriva pericolosissima”.

Lo dichiara il vice capogruppo della Lega alla Camera Alessandro Pagano in merito alla proposta di legge, Zan, Boldrini, Scalfarotto, Modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale.

Commenta su Facebook