Omicidi, estorsioni, droga: operazione antimafia dei carabinieri tra Caltanissetta, Monza e Ascoli Piceno

983

Personale del Comando Provinciale Carabinieri di Caltanissetta, collaborato da unità speciali dell’Arma dei Carabinieri, ha in atto una vasta operazione finalizzata all’esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare emesso dal G.I.P. presso il Tribunale del medesimo capoluogo, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di numerose persone ritenute, a vario titolo, responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidi, estorsioni, produzione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento cautelare colpisce gli appartenenti alla famiglia mafiosa di Riesi, articolazione dell’omonimo mandamento di “cosa nostra”, operante nel territorio del comune nisseno da cui prende il nome. Le indagini, condotte dal Nucleo investigativo del Reparto Operativo con la collaborazione della Stazione Carabinieri di Riesi, coordinate dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta e durate più di due anni, hanno permesso di far luce su recenti episodi di produzione e traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e reati concernenti le armi sia comuni che da guerra nonché sui mandanti o esecutori di numerosi omicidi o tentati omicidi avvenuti nel territorio del comune di Riesi a partire dai primi anni novanta. L’esecuzione è condotta, in contemporanea e con la collaborazione dei rispettivi Comandi Provinciali dell’Arma, nelle provincie di Caltanissetta, Monza ed Ascoli Piceno, nonché presso alcuni penitenziari nazionali.

Commenta su Facebook