Oggi la cerimonia per i 206 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri. I dati delle attività, impegnative quelle in tempo di Covid

204

Quest’anno, in considerazione delle note restrizioni vigenti a causa dell’emergenza epidemica in corso, la Festa dell’Arma si è svolta in forma ridotta, all’interno della Caserma “Guccione”, sita in questo viale Regina Margherita.

Alla presenza del Dott. Massimo SIGNORELLI, Prefetto Vicario di Caltanissetta, alle ore 10.00 si è tenuta la cerimonia dell’Alzabandiera e a seguire l’omaggio ai caduti, con la deposizione di una corona presso il monumento interno alla caserma.

L’anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri è il momento per ricordare la I^ Medaglia d’Oro al Valore Militare alla sua Bandiera concessa per il contributo offerto dai Carabinieri alla vittoria delle armi Italiane nel I° Conflitto Mondiale, così motivata: “Rinnovellò le sue più fiere tradizioni con innumerevoli prove di tenace attaccamento al dovere e di fulgido eroismo, dando validissimo contributo alla radiosa vittoria delle armi d’Italia”.

In Sicilia i Carabinieri fecero la loro prima apparizione subito dopo l’impresa dei Mille, che portò Garibaldi ad assumere la dittatura in nome del Re d’Italia. Nelle città liberate dalle forze garibaldine, essendo necessario provvedere ai servizi di polizia, fu costituito un apposito ed autonomo reparto, i “Carabinieri Reali di Sicilia”, i cui effettivi vennero arruolati fra la popolazione dell’Isola, inquadrati da Ufficiali e sottufficiali provenienti dal Corpo dei Carabinieri Reali. In seguito all’esito positivo del plebiscito di annessione, la Sicilia si unì al costituendo Stato Unitario e fu possibile estendervi il servizio dei Carabinieri Reali oramai italiani. Nel dicembre del 1860, dopo un breve periodo di coesistenza, i 2 corpi si fusero e fu costituita la Legione di Palermo, primo Comando di Corpo dell’Isola, un anno prima dell’unificazione dell’Italia.

La cerimonia è stata effettuata in questo giorno per tutti i Comandi dell’Arma alla medesima maniera.

Particolarmente impegnativi sono stati, insieme alle altre Forze di Polizia, con il coordinamento della Prefettura, i servizi connessi alla nota esigenza epidemica. In particolare l’Arma ha effettuato nr. 3920 servizi, controllato 22438 persone e 16074 veicoli, ed elevato 1027 sanzioni connesse al contenimento del contagio da Covid-19.

Nell’anno trascorso, dalla lettura dei dati statistici, in provincia di Caltanissetta (dati comuni a tutte le forze di polizia) si è avuta una diminuzione dell’attività delittuosa del 10%, infatti:

giugno 2018- giugno 2019

reati perseguiti 7856

totale delitti scoperti 2734

giugno 2019 – giugno 2020

reati perseguiti 7011

totale delitti scoperti 2813 (+2,9%)

Sintomo, questo, che lo sforzo congiunto delle Forze dell’Ordine ha avuto riscontri positivi sotto il profilo della prevenzione.

Dal lato della repressione della criminalità comune ed organizzata, quest’anno il Comando Provinciale CC di Caltanissetta ha ottenuto risultati altrettanto lusinghieri e positivi, procedendo nel 63,6% dei casi:

REATI PER I QUALI HA PROCEDUTO L’ARMA

2018-2019

2019-2020

4857

4458

TOTALI REATI SCOPERTI ARMA:

2018-2019

2019-2020

1623

1663

OMICIDI

2018-2019

2019-2020

0

4, tutti scoperti: duplice omicidio a Mussomeli, femminicidio a Niscemi, omicidio cittadino pakistano a Caltanissetta.

TENTATI OMICIDI

2018-2019

2019-2020

6

6

ESTORSIONI

2018-2019

2019-2020

38

16

RAPINE

2018-2019

2019-2020

29

12

FURTI

2018-2019

2019-2020

1543

1123

ARRESTI:

2018-2019

2019-2020

309

312

PERSONE DENUNCIATE IN STATO DI LIBERTÀ

2018-2019

2019-2020

1322

1366

PRINCIPALI OPERAZIONI DI SERVIZIO DA GIUGNO 2019 A GIUGNO 2020

ARRESTO ZAHARIA 15.07.2019 – STAZIONE DI RIESI

Arresto di ZAHARIA Marian Ovidiu, nato a Botosani (Romania) il 04 agosto 1991, ivi residente, di fatto domiciliato a Riesi (CL), pluripregiudicato, in ottemperanza al “mandato di arresto europeo” originato dall’Autorità Giudiziaria Rumena, dovendo lo stesso espiare la pena definitiva di anni 3 di reclusione per fatti commessi in Romania in data 29 ottobre 2010.

OPERAZIONE “BOOMERANG” 23.07.2019 – REPARTO TERRITORIALE DI GELA

Esecuzione OCCC nei confronti di 17 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, cessione, trasporto, detenzione illecita di stupefacenti in concorso e danneggiamento seguito da incendio.

ARRESTO TARDANICO 21.08.2019 – NUCLEO INVESTIGATIVO

Arresto di TARDANICO Salvatore, nato a Caltanissetta il 09 novembre 1994, residente a La Louviere (Belgio), pregiudicato, in ottemperanza al “mandato di arresto europeo” originato dall’Autorità Giudiziaria Belga, dovendo lo stesso espiare una pena per rapina aggravata in concorso, furto in abitazione e altro, per fatti commessi in Belgio.

OPERAZIONE “LULÙ” 11.09.2019 – COMPAGNIA DI CALTANISSETTA

Esecuzione OCC nei confronti di 12 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, cessione, trasporto, detenzione illecita di stupefacenti in concorso.

OPERAZIONE “COI” 28.10.2019 – COMPAGNIA DI CALTANISSETTA

Esecuzione OCC agli arresti domiciliari e di interdizione dell’esercizio della professione medica nei confronti di 5 soggetti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata all’esercizio abusivo della professione medica e alle truffa.

OMICIDIO SEQUINO 05.11.2019 – REPARTO TERRITORIALE DI GELA

Esecuzione OCCC nei confronti di 3 pregiudicati contigui alla famiglia mafiosa degli EMMANUELLO di Gela, ritenuti responsabili in concorso di omicidio volontario aggravato dal metodo mafioso. Il provvedimento restrittivo scaturisce da una complessa attività di indagine avviata nel dicembre 2015, a seguito dell’omicidio di SEQUINO Domenico, che ha consentito di fare piena luce sul movente dell’omicidio, da ricondurre al fallimento di un’operazione commerciale finalizzata al riciclaggio di denaro di provenienza illecita che la vittima era stata incaricata di portare a termine, nonché alle intromissioni della stessa vittima nell’attività estorsiva condotta dal gruppo.

OPERAZIONE “SHOWDOWN” 11.11.2019 – REPARTO TERITORIALE DI GELA

Esecuzione OCCC nei confronti di 3 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata alle truffe e detenzione illecita di stupefacenti.

18.11.2019 – COMPAGNIA DI MUSSOMELI

Esecuzione OCC in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti di 3 soggetti accusati a vario titolo di estorsione, rapina e sequestro di persona.

18.12.2019 – NUCLEO INVESTIGATIVO

Arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso di 5 persone trovate in possesso di 1 Kg di sostanza stupefacente tipo hashish, suddivisa in 4 panetti opportunamente confezionati.

OPERAZIONE “FIRE” 23.12.2019 – COMPAGNIA DI CALTANISSETTA

Arresto in esecuzione di fermo di indiziato di delitto di un soggetto gravato da precedenti di polizia, autore di diversi atti incendiari perpetrati nel centro abitato nisseno.

OPERAZIONE “BAD BROTHERS II” 30.12.2019 – COMPAGNIA DI CALTANISSETTA

Esecuzione OCC in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti di 5 soggetti residenti a Canicattì (AG), accusati a vario titolo di associazione finalizzata ai furti e alle rapine in abitazione.

OPERAZIONE “KITT 2” 14.01.2020 – COMPAGNIA DI CALTANISSETTA

Esecuzione OCC nei confronti di 11 soggetti residenti a San Cataldo, facenti parte di un sodalizio criminale dedito alla commissione in concorso di furti in abitazione e ricettazione del materiale trafugato.

22.04.2020 – NUCLEO INVESTIGATIVO

Arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di 2 stranieri trovati in possesso di 1,6 Kg di sostanza stupefacente tipo marijuana, suddivisa in dosi da 10 e 20 grammi, pronta per lo spaccio al dettaglio.

13.05.2020 – REPARTO TERRITORIALE DI GELA

Esecuzione OCC nei confronti di 7 soggetti responsabili a vario titolo di tentato omicidio aggravato, rapina aggravata, detenzione e porto abusivo di armi, lesioni personali aggravate, ricettazione, favoreggiamento personale, favoreggiamento reale, minacce aggravate e violazione delle prescrizioni imposte con la sorveglianza speciale di p.s.. Il provvedimento veniva emesso a seguito di una complessa attività d’indagine che permetteva di individuare gli esecutori materiali di un tentato omicidio avvenuto a Gela la sera del 02 ottobre 2019. In particolare l’attività investigativa, che nel suo complesso ha portato all’arresto in flagranza di 6 persone, al sequestro di 2 pistole e di svariato munizionamento, ha consentito di far luce sul movente del menzionato episodio delittuoso, da rintracciare nella accesa conflittualità esistente tra i destinatari della misura cautelare, tutti coinvolti nella spartizione dei proventi derivanti dalla commissione di reati contro il patrimonio. Dall’inchiesta è inoltre emerso come alcuni degli indagati – contigui alla locale articolazione territoriale di “cosa nostra” denominata “famiglia RINZIVILLO” – avessero acquisito la disponibilità di un consistente quantitativo di armi da fuoco, mediante le quali affermare il controllo criminale nell’area di riferimento.

OPERAZIONE “GOLD” 15.05.2020 – COMPAGNIA CC DI CALTANISSETTA

Esecuzione OCC in carcere e ai domiciliari nei confronti di 5 persone appartenenti ad un sodalizio criminale dedito al riciclaggio di monili e preziosi di provenienza delittuosa, attraverso la rivendita della refurtiva presso “compro oro” presenti sul territorio.

OMICIDIO SIDDIQUE ANNAN 03.06.2020 – COMPAGNIA CC DI CALTANISSETTA

Fermo di polizia giudiziaria per omicidio volontario nei confronti di 2 cittadini pakistani e contestuale arresto in flagranza di reato per favoreggiamento personale di altro soggetto. I due fermati, alle ore 23.30 del 03.06 cagionavano la morte, verosimilmente con un fendente di coltello all’addome, di SIDDIQUE ADNAN, nato in Pakistan il 10.02.1988, domiciliato a Caltanissetta in via San Cataldo nr. 10, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia, regolare in Italia. Successive indagini consentivano di sottoporre a fermo in Canicattì altri due soggetti indiziati del delitto di omicidio.

Commenta su Facebook