Nursind: "Non infermieri ma killer autorizzati". Polemica su mansioni alberghiere al posto di cure sanitarie

729

“Basta essere chiamati INFERMIERI. Vogliamo essere denominati con il giusto appellativo che ci spetterà fra non molto: killer autorizzati”. E’ lo sfogo del segretario regionale degli infermieri del Nursind, Osvaldo Barba.
“Vogliamo che, con largo anticipo e dopo che l’Assessorato alla Salute Regione Sicilia avrà varato le nuove linee di indirizzo per la determinazione delle piante organiche, nessuno si scandalizzi se da qui a qualche anno, non potremmo più ottemperare alle nostre funzioni di professionisti della salute.
Inevitabilmente diventeremo potenziale pericolo per la salute di qualsiasi utente che sarà sottoposto alle nostre cure”.
“Saremo così pochi nelle corsie che, per scegliere a quale campanello rispondere, dovremmo tira in aria la monetina e scegliere il più fortunato. Già: perché prim’ancora delle terapie e di tutte le funzioni avanzate che negli anni e con sacrificio abbiamo ottenuto e meritato, dovremmo sobbarcarci tutte le funzioni alberghiere che in teoria spetterebbero alle figure di supporto, ma che in pratica vengono svolte quasi sempre ed esclusivamente dagli infermieri”.
“Troviamo indecoroso che, la necessità di “far cassa” risparmiando sull’impiego del personale del comparto nei processi assistenziali, venga propinata come innovativa devolution. Chiamiamo le cose per nome: c’è bisogno di risparmiare tagliando, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE, sull’impiego di infermieri e O.S.S. Sarà la “solita” corsa alla ricerca di COLPE E COLPEVOLI”, conclude il segretario regionale Barba.

Commenta su Facebook