Nuovo CUP-ticket al S.Elia. Stop code, prenotazioni da casa efficienti. Ma necessario rodaggio.

9779

Cup ticket Sant'Elia“Partivamo da quattro postzioni e siamo arrivati a quindici. Erano sette gli operatori e adesso sono ventitre,  dedicati solo a questo servizio, snellire le procedure e affinché il paziente trovi le giuste risposte”. Lo afferma l Direttore generale dell’Asp 2 di Caltanissetta, Vittorio Virgilio ai microfoni di Radio CL1 in occasione dell’inaugurazione dei nuovi locali e del nuovo servizio Cup ticket per le preontazioni di esami e visite ambulatoriali e specialistiche nel nosocomio nisseno e in tutta l’azienda sanitaria Asp2.

Il nuovo Cup, centro unico di prenotazione, si trova al piano terra a fianco l’ingresso principale dell’ospedale. Vanta grandi locali, numerose sedute per gli utenti, diversi operatori con postazioni dedicate e grandi schermi con i numeri “taglia code”. Il nuovo Cup è una delle infrastrutture che erano state annunciate nel nuovo corso dell’ospedale Sant’Elia e che sono adesso realizzate, così come già accaduto nei mesi scorsi per l’oncologia, l’emodinamica, l’Obi e la ostetricia e ginecologia.

“Abbiamo selezionato  il personale in ordine al fatto che comprenda la drammaticità della malattia che vive il paziente – spiega Virgilio – L’interlocuzione deve essere fatta da un operatore che tenga conto dlelo stato psicologico del paziente. E’ ovvio che il paziente in tali situaizoni sia irritabile. E’ compito nostro  fare in modo che cià non avvenga e che sia coccolato”.cup ticket

I precedenti locali che ospitavano il cup, infatti, erano angusti e la maggior parte degli utenti aspettava all’esterno, sia che fuori c’era il sole o la pioggia.

Durante l’ inaugurazione, alla quale hanno partecipato diversi dirigenti medici del presidio ospedaliero e dell’Asp, oltre ad esponenti politici di entrambi gli schieramenti, grande era la mole di utenti che si è riversata al Cup. Molti di loro hanno protestato per l’eccessiva attesa a cui sono stati sottoposti. In particolare, adesso, c’è un’unica lista d’attesa sia per chi deve prenotare una visita con l’impegnativa del proprio medico, sia da parte di chi ha già fatto la visita e deve apporre il timbro per gli esenti ticket oppure per chi deve solo pagare l ticket. In tal senso dall’Asp fanno sapere che a breve sarà allestita una corsia preferenziale per gli esenti.

medici CupMa a parte la contingenza dei problemi odierni è chiaro che un nuovo servizio deve avere il tempo per essere rodato. Infatti il nuovo Cup funziona diversamente del passato, in particolare così: la prenotazione può essere effettuata telefonicamente ai numeri 0934/559206 / 559310, dal lunedì al venerdì tutta la mattina e il lunedì e mercoledì anche il pomeriggio. Si lasciano i dati anagrafici e quelli relativi all’impegnativa e il proprio numero di telefono al quale si verrà contattati.

Prenotazione tramite fax. Si invia un fax al numero 0934/559382 corredato di impegnativa, tessera sanitaria e numero telefonico e gli addetti agli sportelli richiameranno quel numero per comunicare la data.

Prenotazione tramite indirizzo e-mai. Si potrà inviare una mail a cup.posantelia@asp.cl.it inviando il fomulario pre compilato che si trova sul sito dell’Asp 2 nella sezione utilità. anche in questo caso si verrà richiamati.

Cup ticket Sant'EliaTali modalità, con il tempo e il rodaggio normale del servizio, diminuiranno drasticamente le prenotazioni da effettuare direttamente allo sportello che verrà utilizzato invece soltanto per pagare il ticket. Per tal via le file, effettivamente interminabili, di oggi dovrebbe sensibilmente diminuire. Un ulteiore passaggio, è innegabile, dovrà però essere la possibilità di pagare direttamente al tabacchino il ticket.

Ma il numero di utenti sempre crescente, secondo Virgilio, è dovuto anche al maggiore “appeal” che “l’ospedale acquisisce con strutture che in questi 100 giorni abbiamo modernizzato e trasferito nella nuova torre, come l’emodinamica, oncologia, ginecologia e Obi, che hanno risposto alla maggiore domanda. Dovere nostro è dare le risposte qualitative e quantitative per ridurre la modilità passiva verso altre provincie. Dobbiamo conquistare i nostri utenti con attrezzature e confort alberghiero. Oggi il personale è bloccato, i concorsi sono fermi per una legge nazionale.  Non appena l’inibizione decadrà avremo personale adeguato per ogni struttura”, conclude il direttore generale dell’Asp 2, il professor Vittorio Virgilio.

Commenta su Facebook