Nuove vie d’accesso per il quartiere San Luca. Valeria Alaimo: “quartiere con esigenze non più rinviabili”

923

“L’amministrazione ha capito,finalmente, che deve cambiare rotta. Un plauso a metà per gli incontri che sono stati organizzati in queste settimane sul Documento Unico di Programmazione (D.U.P.), cioè la guida strategica ed operativa dell’ente per il prossimo triennio”. Lo afferma la consigliera comunale Valeria Alaimo, sottoponendo all’amministrazione alcune istanze relative al quartiere San Luca. 

Ad ogni appuntamento vi è stato un proficuo confronto con l’Assessore e il Dirigente, così da potere recepire le istanze dei consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione. Un plauso a metà, dicevo, perché uno è ascoltare le istanze dei rappresentanti del popolo, altro è farle divenire realtà. Pur non di meno non posso e voglio esimermi dal mio compito di indirizzo all’Amministrazione”.

Relativamente al Pianto Triennale delle Opere Pubbliche, come concordato con gli Assessori Pastorello e Falci ed il Dirigente dell’Ufficio Tecnico Tomasella, è stato concesso del tempo ai consiglieri al fine di recepire le istanze da cittadini da inserire nel Piano medesimo.

La Alaimo avanza una proposta, “frutto dell’esperienza diretta poiché relativa al quartiere in cui abito da 20 anni, ma che è stata condivisa anche con i cittadini ivi residenti”.

“La proposta che depositerò all’albo pretorio del Comune lunedì mattina è la realizzazione di adeguate vie di accesso ed uscita dal quartiere San Luca. Un quartiere che da “quartiere dormitorio”, come definito anni fa, è diventato per dimensione e numero di residenti una piccola città nella città”.

“Questa richiesta di realizzare ulteriori strade trova fondamento non solo nella opportunità di potere uscire più velocemente dall’abitato, ma soprattutto nella improrogabile necessità di sicurezza per i suoi abitanti”.

“Il quartiere ha esigenze non più procrastinabili da parte della Amministrazione ma anche da parte di chi vi abita. Troppa sporcizia per la pubblica via e presenza di deiezioni canine davanti ai portoni, posteggio selvaggio e mancanza di rispetto dei pochi segnali stradali che ancora resistono. Sempre Lunedì chiederò formalmente al Sindaco, all’Assessore ed al Dirigente competente di ricollocare la segnaletica stradale, verticale ed orizzontale, al fine di evitare incidenti ed, inoltre, di rivedere la mobilità dentro il quartiere stesso”.

“Un appunto – conclude la consigliera Alaimo – mi preme farlo a chi in questi anni ha chiesto il completamento del “Giardino della Legalità” da parte della C.M.C., parlando della realizzazione come di qualcosa di straordinario per tutti i cittadini residenti a San Luca. Questa è un’opera importante, ma un di più: qualcosa di straordinario, in tutti i sensi, lì dove manca l’ordinario. Il quartiere ha bisogno di cose fondamentali: pulizia, illuminazione, ordine, decoro e rispetto delle regole da parte di tutti. Relativamente al progetto del giardino chiederò all’Amministrazione se questa ha prodotto o fatto produrre alla ditta appaltatrice degli studi sulla nocività del palo di alta tensione che sovrasterà l’area in cui sarà realizzato un parco giochi per bambini”.

“Inoltre ricordo che chiunque avesse proposte o progetti relativi al Piano triennale, ma non solo ad esso, può contattarmi a questa mail valeriaalaimo@gmail.com”.

Commenta su Facebook