Nuove attrezzature per tamponi più rapidi al S.Elia. Stabile il numero dei ricoverati, due nuovi positivi in città

605

Nelle ultime 48 ore si è avuto un incremento di 12 casi positivi al coronavirus (10 giovedì e 2 venerdì). Si tratta di persone in quarantena domiciliare in condizioni non meritevoli di ricovero. Alcuni di questi sono riferibili a contatti stretti di pazienti in precedenza risultati positivi al tampone e quindi focolai circoscritti e altri sono il risultato di test effettuati a cittadini in quarantena residenti nella provincia di Caltanissetta. Nelle ultime 48 ore sono ben 300 gli esiti di tamponi pervenuti all’Asp di Caltanissetta.

“Fortunatamente iniziano ad arrivare i risultati dai laboratori e con grande spirito di appartenenza alcuni nostri collaboratori in Direzione Sanitaria lavorano costantemente per allineare i dati tra i database del portale regionale e quanto arriva dai laboratori – afferma il direttore generale dell’Asp, Alessandro Caltagirone -. In arrivo questa sera una nuova apparecchiatura di laboratorio (PCR real time) che dovrebbe darci un grande contributo nella esecuzione di ulteriori test e nella tempestività di risposta”. 

Uno dei test con esito positivo ha confermato il caso sospetto di un paziente già ricoverato in terapia intensiva dedicata covid a Caltanissetta. Sia a Gela che a Caltanissetta sono ricoverati altri soggetti che hanno differenti quadri clinici e che per motivi precauzionali e per disponibilità di posti in isolamento, vengono gestiti dalla stessa equipe in attesa del risultato del tampone. 

Il numero di pazienti ricoverati nel reparto di Malattie Infettive presso il P.O. Sant’Elia rimane costante.

Questo il quadro riepilogativo della situazione in provincia di Caltanissetta contenuto nel bollettino dell’Asp2.

Commenta su Facebook