Nuova giunta Ruvolo, verso il rinvio del vertice. “Scelte migliori senza fretta”

998

Dopo un’estate di indiscrezioni e posizionamenti politici, si avvicina la data del vertice, che però potrebbe essere spostato di qualche giorno. I partiti dell’Alleanza, infatti, chiedono più tempo per formulare la migliore proposta possibile.

Gli alleati chiederanno uno slittamento dell’incontro fissato il 24 agosto prossimo per il vertice di maggioranza dell’Alleanza per la città, insieme al sindaco Giovanni Ruvolo. C’è infatti l’intenzione di prendersi tutto il tempo necessario per formulare le migliori proposte per il governo della città, “poiché ci sono tutte le condizioni per proseguire nei prossimi 3 anni e mezzo facendo bene e dunque a nessuno serve la fretta”, rivela un dirigente dell’Alleanza.

Sono giorni febbrili per la politica nissena alle prese con l’ipotesi di rimodulazione della giunta comunale al termine di un’approfondita analisi condotta dai partiti su criticità, luci e ombre del lavoro svolto. Partito Democratico, Udc e Polo Civico si incontreranno comunque a breve per decidere il da farsi. Che un rimpasto si dovrà fare è ormai certo e che la rimodulazione debba riequilibrare la rappresentanza politica in giunta lo è altrettanto. Il Partito Democratico oggi conta sei consiglieri comunali ed un assessore. Il Polo Civico tre consiglieri (ne aveva cinque) e tre assessori. L’Udc, partita con sei consiglieri, adesso ne annovera tre e ha due assessori in giunta. Gli equilibri sono stati in linea di massima già definiti, ma si devono scegliere i nomi.

La linea è quella di non premiare con un posto in giunta le nuove formazioni in consiglio comunale nate da scissioni e abbandoni di partiti. E’ il caso della componente del consigliere Salvatore Licata che con Linda Talluto sono di fatto fuori dal Polo Civico e dei “Moderati per Caltanissetta”, tre consiglieri fuoriusciti dall’Udc per andare a creare un nuovo gruppo consiliare. La giunta rappresenterà soltanto i partiti originari dell’alleanza per la città. Questa l’intenzione di PD, Udc e Polo Civico e dello stesso sindaco Giovanni Ruvolo. Quindi due assessori ciascuno per i tre partiti di maggioranza. L’unico nome non ufficiale ma di fatto circolato in questi giorni è quello di Annalisa Petitto, dirigente democratica di lungo corso, circolo Faletra, alla quale il segretario cittadino Ivo Cigna ha avanzato la richiesta di ricoprire un posto in giunta e rimane in attesa di una risposta ufficiale. In casa Udc pare che il deputato e segretario regionale, Gianluca Miccichè abbia già concordato una strategia con i consiglieri e il coordinamento. Dei due assessori attualmente presenti in giunta, Luigi Zagarrio e Massimiliano Centorbi, il primo, Zagarrio, sarebbe da tempo lontano dall’Udc. Il Polo Civico, infine, dovrà cedere un assessorato. E poiché Marina Castiglione e Piero Cavaleri sono considerati inamovibili, la posizione più in bilico sembrerebbe quella di Boris Pastorello.

“Abbiamo fatto un’analisi approfondita di luci e ombre dell’attività amministrativa e delle prospettive per un vero rilancio che oggi, anche con l’innesto di due bravi dirigenti come Peppe Intilla e Giuseppe Tomasella, diventa veramente possibile per i prossimi tre anni e mezzo”, rivela un dirigente dell’Alleanza per la città.

Commenta su Facebook