"Nuova Cupola". Tra i 53 arrestati ad Agrigento c'è il nisseno Ettore Allegro. Volevano creare l'ottavo mandamento

1895

Ettore AllegroVolevano costituire l’ottavo mandamento dell’Agrigentino, ma non hanno fatto in tempo perché la polizia e i magistrati della Dda li hanno fermati. A capo di questo nascente mandamento avrebbe dovuto esserci Leo Sutera di Sambuca di Sicilia, mentre suo braccio destro avrebbe dovuto essere Ribisi di Palma di Montechiaro. Tra i 53 arresti operati nella notte tra lunedì e martedì dalla Polizia di Agrigento, figura anche un personaggio nisseno già noto alle cronache giudiziarie. Si tratta di Ettore Allegro, classe 1963, il cui arresto, su disposizione della DDA di Palermo, è stato eseguito dalla Squadra Mobile di Caltanissetta. Coniugato, commerciante, Allegro risulta essere stato destinatario unitamente ad altre 53 persone di Decreto di Fermo di Indiziato di Delitto per l’ipotesi di reato di associazione per delinquere di stampo mafioso. A carico di Ettore Allegro risultano precedenti penali tra i quali Associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina, detenzione e porto abusivo di armi, inosservanza agli obblighi imposti dall’A.G., esercizio abusivo di attività del gioco e scommesse, esercizio abusivo del gioco d’azzardo, falso ideologico e emissioni di assegni a vuoto.

Commenta su Facebook