Nonno Michele spegne 100 candeline. A festeggiarlo i familiari insieme al sindaco

1876

Lo hanno festeggiato i figli, i nipoti e i pronipoti e con loro anche il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, che ha consegnato una targa a nome della cittadinanza per congratularsi del “mirabile traguardo”. Ha compiuto 100 anni il signor Michele Giannone, nato a Caltanissetta il 2 febbraio 1920.

Nonostante l’età nonno Michele continua a mettersi in gioco con nipoti e pronipoti raccontando aneddoti della sua vita e giocando con i più piccoli.

Per 40 anni Michele Giannone ha prestato servizio all’ufficio tecnico erariale (oggi Agenzia del territorio). Ha due figli: Giuseppe, ginecologo e Mariella, insegnante. Nel maggio del 2015 è rimasto vedovo della moglie, Assunta Burruano. La sua cecità arrivata in vecchiaia non lo ha di certo scoraggiato. Al contrario lo ha portato ad essere un socio molto attivo dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Caltanissetta e i volontari dell’associazione lo accompagnano ogni giorno durante le sue passeggiate.

In questi casi possono essere tanti gli aneddoti e i segreti ma ce n’è uno che Michele Giannone ama ripetere come motto: “Se c’è rimedio perché ti arrabbi? se non c’è rimedio che ti arrabbi a fare”. Una massima che lascia intuire una filosofia di vita, chissà che non sia quella che gli ha donato longevità.

Commenta su Facebook