“Non esistono altri ordini Costantiniani oltre quelli autorizzati”

962

Questa nota, nasce dall’esigenza di  porre chiarezza su un aspetto di fondamentale importanza riguardante gli Ordini Costantiniani autorizzati dallo Stato Italiano.

Lo Stato Italiano,  autorizza i propri cittadini  a fregiarsi di onorificenze conferite da Ordini “Non nazionali”.

L’istituto giuridico degli Ordini non nazionali è previsto, nella Repubblica Italiana, dall’articolo 7 della legge 3 marzo 1951, n. 178 “Istituzione dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e disciplina del conferimento e dell’uso delle onorificenze” che recita:

« I cittadini italiani non possono usare nel territorio della Repubblica onorificenze o distinzioni cavalleresche loro conferite da  Ordini non nazionali o da Stati esteri, se non sono autorizzati con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del Ministro per gli Affari Esteri.

I contravventori sono puniti con la sanzione amministrativa sino a lire 2.500.000.

Il successivo art. 8, poi, sancisce che:

“ Salvo quanto è disposto dall’art. 7, è vietato il conferimento di onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche, con qualsiasi forma e denominazione, da parte di enti, associazioni o privati.

I trasgressori sono puniti con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire 1.250.000 a lire 2.500.000.

Chiunque fa uso, in qualsiasi forma e modalità, di onorificenze, decorazioni o distinzioni di cui al precedente comma, anche se conferite prima dell’entrata in vigore della presente legge, è punito con la sanzione amministrativa da lire 250.000 a lire 1.750.000.

La condanna per i reati previsti nei commi precedenti importa la pubblicazione della sentenza ai sensi dell’art. 36, ultimo comma, del Codice penale.”

Tra gli ordini autorizzabili dalla Repubblica Italiana,  si possono annoverare, l’Ordine Costantiniano di San Giorgio dei Borbone di Parma; l’Ordine Costantiniano di San Giorgio dei Borbone di Parma; l’Ordine di San Giorgio al Merito Militare, Dinastia Borbone-Parma; IL SACRO MILITARE ORDINE COSTANTINIANO DI SAN GIORGIO  DINASTIA BORBONE DELLE DUE SICILIE (ramo Napoli) e Borbone di Spagna[10].

Altri Ordini Costantiniani, oltre quelli sopra elencati, allo stato attuale non risultano, in Italia,  autorizzabili.

L’autorizzazione ministeriale, per gli Ordini autorizzati,  è facoltativa ed è concedibile caso per caso, con apposito decreto da parte del Ministero Affari esteri dopo l’esibizione dei documenti e di eventuali indagini ministeriali che possono riguardare le qualità personali e morali dell’insignito.

Il Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Dinastia Borbone delle Due Sicilie (ramo Napoli), è  Sua Altezza Reale  Il Principe Carlo Di Borbone delle Due Sicilie.

Tra i membri attuali  del collegio Cardinalizio, del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Dinastia Due Sicilie (ramo Napoli),  si annoverano:Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Renato Raffaele Martino, Cardinale Diacono di San Francesco di Paola ai Monti, Gran Priore del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Albert Vanhoye, S.J., Cardinale Diacono di Santa Maria della Mercede e Sant’ Adriano a Villa Albani, Consigliere Ecclesiastico della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, Gran Priore Emerito dell’ Ordine Costantiniano;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Angelo Bagnasco, Cardinale Presbitero della Gran Madre di Dio, Arcivescovo di Genova, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale William Wakefield Baum, Cardinale Presbitero di Santa Croce in Via Flaminia, Penitenziere Maggiore Emerito e Arcivescovo Emerito di Washington;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Giacomo Biffi, Cardinale Presbitero dei Santi Giovanni Evangelista e Petronio, Arcivescovo Emerito di Bologna;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Josip Bozanić, Cardinale Presbitero di S. Girolamo dei Croati, Arcivescovo di Zagabria;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Carlo Caffarra, Cardinale Presbitero di San Giovanni Battista dei Fiorentini, Arcivescovo di Bologna;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Desmond Connell, Cardinale Presbitero di San Silvestro in Capite, Arcivescovo Emerito di Dublino;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, Cardinale Diacono di Santa Maria in Portico, Arciprete Emerito della Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Godfried Danneels, Cardinale Presbitero di Sant’Anastasia, Arcivescovo Emerito di Malines-Bruxelles;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Timothy Dolan, Cardinale Presbitero di Nostra Signora di Guadalupe a Monte Mario, Arcivescovo di New York;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Péter Erdő, Cardinale Presbitero di Santa Balbina, Arcivescovo di Esztergom-Budapest e Primate d’Ungheria;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Roger Etchegaray, Cardinale Vescovo di Porto – Santa Rufina, Vice-Decano del Collegio Cardinalizio, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Salvatore De Giorgi, Cardinale Presbitero di Santa Maria in Ara Coeli, Arcivescovo Emerito di Palermo;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Francis Eugene George, Cardinale Presbitero di S. Bartolomeo all’Isola, Arcivescovo di Chicago;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale William Henry Keeler, Cardinale Presbitero di Santa Maria degli Angeli, Arcivescovo Emerito di Baltimore;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Theodore McCarrick, Cardinale Presbitero dei Santi Nereo ed Achilleo, Arcivescovo Emerito di Washington, Priore della Delegazione degli Stati Uniti d’America;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Edoardo Menichelli, Cardinale Presbitero dei Sacri Cuori di Gesù e Maria a Tor Fiorenza, Arcivescovo di Ancona-Osimo;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Vincent Gerard Nichols, Cardinale Presbitero del Santissimo Redentore e Sant’Alfonso in Via Merulana;Em.mo e Rev.mo Cardinale Edwin Frederick O’Brien, Cardinale Diacono di San Sebastiano al Palatino; Gran Maestro dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Cormac Murphy-O’Connor, Cardinale Presbitero di Santa Maria Sopra Minerva, Arcivescovo Emerito di Westminster, Priore della Delegazione della Gran Bretagna;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Vinko Puljic , Cardinale Presbitero di Santa Chiara a Vigna Clara, Arcivescovo di Vrhbosna (Sarajevo);Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale José Saraiva Martins, Cardinale Vescovo di Palestrina, Prefetto Emerito della Congregazione delle Cause dei Santi;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Angelo Scola, Cardinale Presbitero dei Santi XII Apostoli, Arcivescovo di Milano;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Crescenzio Sepe, Cardinale Presbitero di Dio Padre Misericordioso, Arcivescovo di Napoli;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Adrianus Johannes Simonis, Cardinale Presbitero di San Clemente, Arcivescovo Emerito Utrecht;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale James Francis Stafford, Cardinale Presbitero di San Pietro in Montorio, Penitenziere Maggiore EmeritoEm.mo e Rev.mo Signor Cardinale Dionigi Tettamanzi, Cardinale Presbitero dei Santi Ambrogio e Carlo, Arcivescovo Emerito di Milano;Em.mo e Rev.mo Signor Cardinale Agostino Vallini, Cardinale Presbitero di San Pier Damiani ai Monti di San Paolo; Vicario Generale di Sua Santità per la Città e la Diocesi di Roma.

Tra i membri del Episcopato callico, del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Dinastia Due Sicilie (ramo Napoli), si annoverano: S.E.R. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e Priore della Delegazione di Sicilia;S.E.R. Mons. Bernardo Fabio D’Onorio, Arcivescovo di Gaeta;S.E.R. Mons. Luigi Barbarito, Arcivescovo Titolare di Fiorentino, Nunzio Apostolico;S.E.R. Mons. Gaetano Bonicelli, Arcivescovo Emerito di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino;S.E.R. Mons. Francesco Cuccarese, Arcivescovo Emerito di Pescara Penne, Canonico della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano;S.E.R. Mons. Giovanni Marra, Arcivescovo Emerto di Messina, Lipari, Santa Lucia del Mela;S.E.R. Mons. Vittorio Luigi Mondello, Arcivescovo Emerito di Reggio Calabria-Bova;S.E.R. Mons. Andrea Maria Erba, Vescovo Emerito di Velletri-SegniS.E.R. Mons. Francesco Pio Tamburrino, Arcivescovo di Foggia-Bovino;S.E.R. Mons. Carmelo Cassati, Arcivescovo Emerito di Trani-Barletta-Bisceglie;S.E.R. Mons. Leo Boccardi, Arcivescovo Titolare di Bitetto, Nunzio ApostolicoS.E.R. Mons. Bruno Schettino, Arcivescovo di Capua;S.E.R. Mons. Riccardo Fontana, Arcivescovo Vescovo di Arezzo Cortona Sansepolcro;S.E.R. Mons. Alberto Tricarico, Nunzio Apostolico;S.E.R. Mons. Giovanni Battista Pichierri, Arcivescovo di Trani, Barletta, Bisceglie;S.E.R. Mons. Bernard Barsi, Arcivescovo di MonacoS.E.R. Mons. Antonio Cantisani, Arcivescovo Emerito di Catanzaro e Squillace;S.E.R. Mons. Giuseppe Molinari, Arcivescovo Emerito di L’Aquila;S.E.R. Mons. Giuseppe Mani, Arcivescovo Emerito di Cagliari;S.E.R. Mons. Giovanni Marra, Arcivescovo Emerito di Messina, Lipari, Santa Lucia del Mela;S.E.R.Mons. Beniamino Depalma, Arcivescovo di Amalfi-Cava de’ Tirreni;S.E.R. Mons. William Edward Lori, Arcivescovo di Baltimora;S.E.R. Mons. John Michael Miller, Arcivescovo di Vancouver;S.E.R. Mons. George Stack, Arcivescovo di Cardiff;S.E.R. Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta;S.E.R. Mons. Ignazio Zambito, Vescovo di Patti;S.E.R. Mons. Simone Giusti, Vescovo di Livorno.

La Delegazione sicilia, ha sede a Palermo ed è diretta  dal Delegato Don Lucio Bonaccorsi dei Principi di Reburdone Cav. Gr. Cr. Di Giustizia e dal Delegato V. Nobile Antonio di Janni Cav. di Gran Croce di Grazia.Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Dinastia Due Sicilie (ramo Napoli), oltre ai riconoscimenti Italiani e della Santa Sede, dal  2011,  è l’unico Ordine della Cavalleria italiana ad aver ottenuto il riconoscimento speciale da parte delle Nazioni Unite che autorizza l’Ordine a intrattenere rapporti con il Segretario Generale delle Nazioni Unite, l’Assemblea Generale e tutte le altre agenzie delle Nazioni Unite ed Istituzioni in tutto il mondo ed i 193 Stati membri dell’ONU; lo status speciale concesso dalle Nazioni Unite autorizza l’Ordine Costantiniano a nominare rappresentanti ufficiali delle istituzioni delle Nazioni Unite a New York, Ginevra e Vienna, e di concedere loro il potere di accesso ai centri di sviluppo di progetti con interventi scritti e orali, di acquisizione e distribuzione di documenti e l’uso di qualsiasi sale per conferenze e riunioni.

Il Coodinatore per la provincia di Caltanissetta e la città di Canicatti del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Dinastia Due Sicilie (ramo Napoli)

Cav.  Michele Antonio Tramontana

Commenta su Facebook