Non è un'utopia. L'integrazione a scuola è una realtà

1071

“Un’esperienza di crescita con scambio emotivo profondo per docenti e alunni” si è realizzata giorno 20 febbraio in occasione del compleanno di un alunno diversamente abile M.C”.
La classe prima A-U del Liceo delle Scienze Umane “Manzoni-Juvara” (nella foto in copertina) ha realizzato una festa a sorpresa per il compagno. “E’stato un momento di condivisione, di festa , di gioia e a sorpresa i compagni , come regalo, hanno realizzato un video con musica e immagini che vedono come protagonista l’alunno insieme ai compagni”.
Le frasi più toccanti ed emozionanti scritte dai compagni sono state : “tu sei la nostra forza, quando siamo tristi riesci sempre a tirarci su il morale, da quando ti abbiamo conosciuto sei entrato nei nostri cuori, sei il nostro sorriso”.
Una testimonianza pervenuta in redazione, di quanto la diversità possa essere un arricchimento per tutti, in questo caso studenti e docenti.
“Un gesto spontaneo frutto di un’iniziativa calorosa che è diventata un naturale mezzo di comunicazione e di espressione che ha visto il riconoscimento da parte della dirigente di ciò che significhi concretamente la parola integrazione: non un’ utopia ma una risorsa all’interno della classe, una presenza significativa, uno stare bene insieme, guardando l’altro non con gli occhi del diverso, ma una persona che ci fa cogliere la bellezza della vita con occhi diversi”.

Commenta su Facebook