"Noi la crisi non la paghiamo". Avanguardia Studentesca contro il governo delle banche

622

Sit In Avanguardia StudentescaAVANGUARDIA STUDENTESCA- CI HANNO LASCIATO IN MUTANDE

Continuano le proteste studentesche, dopo quelle succedutesi sino la scorsa settimana contro il ddl ex Aprea, oggi Giovedi 6 pomeriggio a Caltanissetta ore 16.30 davanti il Banco di Sicilia in piazza Garibaldi si è tenuto un sit-in di protesta contro l’attuale governo Monti. Secondo i ragazzi di Avanguardia Studentesca infatti il governo Monti é un governo democratico a metà in quanto legittimo ma poco rappresentativo dei cittadini che devono decidere il proprio governo attraverso il voto e non attraverso i diktat di Francia, Germania e banche comprese. “Siamo convinti” afferma il Responsabile Alessio Verdone ” che questo governo abbia ormai disatteso le aspettative di chi timidamente ci aveva creduto, perché sta somministrando alla popolazione una cura troppo pesante senza attuare valide politiche di crescita soprattutto per i giovani under 30, i sacrifici che stanno facendo le nostre famiglie forse saranno inutili, del resto un governo fatto da banchieri poteva solo appoggiare lobby e gruppi di interesse lontani dalle gravose condizioni in cui versano le economie delle famiglie italiane. Durante il sit-in i nostri ragazzi hanno esposto in modo provocatorio delle mutande per fare intendere quanto il governo Monti ha levato agli italiani lasciandoli appunto in mutande, dal canto nostro noi continueremo a batterci per una rivoluzione partecipativa ed identitaria , un nuovo sistema formativo per scuole all’avanguardia.

Voglio ringraziare i ragazzi di Avanguardia, in particolare Ferid Boudhraa, Giuseppe Fiocco, Fabrizio Parla,Andrea Gennuso, Andrea Pranio, Emanuela Di Majo, , Giuseppe Valenza, Gabriele Morreale, Salvatore Napoli, Christian Valenza, Salvatore Ruffo, Marta Napoli, Carmelo Cammarata e tutti gli altri che fortemente credono in questo gruppo e che hanno realizzato questa iniziativa nonostante il freddo ed il tempo incerto.

Commenta su Facebook