Nissa Rugby, premio del Coni per le Cerbere: “Ambasciatrici dei valori di questo sport”

237

Nuovo prestigioso riconoscimento per la Nissa Rugby, più specificatamente per la squadra femminile delle Cerbere, insignita del premio CONI in occasione della “Festa dello sport 2018” svoltasi nel capoluogo nisseno, martedì 18 dicembre. L’evento, organizzato dal delegato CONI di Caltanissetta Giorgio Giordano, ha visto salire sul palco 22 tra atleti, tecnici, dirigenti arbitri e società sportive della provincia segnalati dalle federazioni sportive, dagli enti di promozione sportiva e dalle discipline associate della provincia di Caltanissetta che si sono distinti nel corso del 2018.

Le Cerbere sono state premiate con la seguente motivazione: “Espressione femminile della Nissa Rugby, dopo un’iniziale esperienza a San Cataldo hanno trovato a Caltanissetta l’ambiente ideale per coltivare al meglio la passione per il rugby. Guidate dal tecnico Fabrizio Blandi, sono riuscite a vincere nella scorsa stagione il più importante trofeo regionale femminile, la Coppa Sicilia, diventando ambasciatrici dei valori della disciplina a livello regionale”

Sul palco in rappresentanza della squadra a ritirare il premio il capitano Marina Medico, Cristina Bontempo, Eliana Parla ed il tecnico Fabrizio Blandi che ha sottolineato: “Questo premio rappresenta un riconoscimento per il percorso che stiamo facendo. Al di là dei riscontri sportivi soddisfacenti in campo, le Cerbere, in uno sport come il nostro ancora troppo connotato sessualmente, vogliono essere la spinta verso l’annullamento di questo gap culturale. Tengo a ringraziarle personalmente, perché sono la forza che traina il nostro movimento nisseno, anche fuori dal campo”.

Ulteriore riconoscimento alla preziosa attività delle Cerbere è giunta da Andrea Lo Celso, direttore sportivo della Nissa Rugby: “Le Cerbere sono un patrimonio per la società. Il loro valore è rappresentato oltre che dai meriti sportivi, leggasi la vittoria della Coppa Sicilia, dall’opera che svolgono per la diffusione di questo sport e dei valori che veicola. Completano ed integrano una società che ormai lavora ed opera a 360 gradi. Importante il lavoro svolto da Fabrizio Blandi che ha creato e guida, con sagacia, un gruppo ormai consolidato ma, con ampi margini di crescita”.

Commenta su Facebook