Nissa, quarto K.O. consecutivo. Società: "Diamo la squadra al sindaco"

401

La capolista Acr Messina si è imposta per 4 a 0 al “Marco Tomaselli” sulla Nissa, imbottita di ragazzini. Alcuni tifosi, con modi civili e garbati, prima dell’inizio della gara hanno contestato la dirigenza; sugli spalti presenti poco meno di 80 spettatori. Al termine della gara, il dirigente biancoscudato Luigi Abate ha dichiarato che è intenzione dell’attuale società, tornata nelle mani del gruppo Roccia dopa la vana scadenza del preliminare sottoscritto da Santo Prospero resosi irraggiungibile, consegnare la squadra al sindaco Michele Campisi. Questo il comunicato ufficiale: “Alla luce degli avvenimenti recenti che hanno portato ad un drastico ridimensionamento del progetto Nissa Fc per esaurimento dei fonti della dirigenza dimissionaria e la totale inesistenza di forze imprenditoriali in grado di rilevare il titolo sportivo e visto, inoltre, che il passaggio delle quote sancito attraverso un preliminare al Presidente Amministratore Unico Prospero Santo è stato da quest’ultimo disatteso, il gruppo dirigenziale dimissionario ha deciso di consegnare formalmente la squadra e la società al sindaco Michele Campisi. Un’iniziativa, questa, che si spera possa in tempi brevi portare una soluzione alla crisi del massimo sodalizio nisseno e raggiungere una salvezza ancora possibile in modo da non vanificare gli sforzi economici fatti dalle dirigenze degli ultimi anni, ivi compresa quest’ultima. Una dirigenza che da febbraio ad oggi ha investito un capitale considerevole senza ricevere sostegno da nessuno. Spese queste che sono documentabili e di cui verrà data contezza al primo cittadino che in tempi brevi verrà contattato per far si che si possa trovare una soluzione prima della ripresa del campionato”. La contesa, nonostante l’encomiabile impegno profuso dai ragazzi della Nissa, non ha avuto storia. Il Messina è andato a segno Savanarola al 13’, con Chiaria al 30’ e con Corona al 40’. Nella seconda frazione, il neo entrato Ferreira Costa ha siglato il definitivo poker, trasformando un rigore. La prossima settima è decisiva per le sorti della Nissa.

Commenta su Facebook