Nissa in casa contro il Ribera. Arriva il…Santo

568

Tutto pronto per il vero esordio casalingo della Nissa. Finalmente domenica 14 ottobre, con inizio alle ore 15:00, i biancoscudati potranno giocare al “Marco Tomaselli”, sino ad ora erano stati costretti ad emigrare in campo neutro. In realtà questa notizia positiva nasconde un retrogusto amaro. Secondo un comunicato dell’Assessorato allo Sport, il manto erboso non sarebbe ancora pronto ma si è deciso ugualmente di farlo utilizzare alla società presieduta dal dottore Gabriele Roccia. Speriamo che ciò non arrechi danno al terreno di gioco. La squadra in settimana si è allenata con buona lena. Però sul morale della formazione pesa il penultimo posto in graduatoria, le due ultime sconfitte consecutive, il fatto che in settimana il D.G. Giancarlo Bonsignore è andato via ed infine il mancato pagamento dei rimborsi spese.  Sicuramente non è un quadro idilliaco per preparare la contesa contro l’ostico Ribera che avrà al suo seguito oltre 150 tifosi. In tema di supporter ed in merito alle già citate vicende, sarà interessante vedere come reagiranno (in termini di presenze sugli spalti) i nisseni. Ci vorrebbe un Santo….ed infatti arriva: in tribuna sarà presente Santo Prospero (nella foto), imprenditore piemontese, che sarebbe disposto a rilevare la società biancoscudata. La Nissa vivrà nel prossimo week-end, sotto tutti i profili, una gara da “ultima spiaggia”.

Commenta su Facebook