Niscemi. Al ballottaggio vince Conti. L’uscente La Rosa battuto di duemila voti

946

Con 7.077 voti, pari al 58,6% l’avvocato Massimiliano Conti è il nuovo sindaco di Niscemi, unico comune del nisseno chiamato al ballottaggio di domenica 25 giugno. Esce sconfitto (per lui un posto garantito dalla legge elettorale in consiglio comunale) il sindaco uscente, Francesco La Rosa.

Niente rimonta questa volta, a differenza di cinque anni fa quando La Rosa partiva dietro al primo turno riuscendo a sconfiggere il più quotato, sulla carta, Giovanni Di Martino.

“La gente ha deciso”, ha affermato a caldo La Rosa. “Abbiamo fatto tutto quello che ritenevamo opportuno. La città ha scelto e noi siamo fiduciosi che la città possa continuare ad essere amministrata nel miglior modo possibile”.

Netta la vittoria di Conti che ha superato l’avversario di duemila voti (per la precisione Rosa ha totalizzato 4.990 preferenze pari al 41,4%). Una folla di niscemesi si è riversata in piazza a festeggiare il neo sindaco.

“Siamo partiti il 5 febbraio per una lunga campagna elettorale, fatta anche di accuse infamanti. Ma la gente ha creduto all’impegno di tutti noi”, ha detto il nuovo sindaco, Massimiliano Conti, in un bagno di folla in piazza Vittorio Emanuele. “Credo – ha proseguito Conti – sia una vittoria della gente che ha scelto di cambiare”.

Di segno opposto le dichiarazioni sull’eredità politico-amministrativa.

“Lascio una città sana, con un pacchetto di progetti – afferma il sindaco uscente La Rosa -. Una città che va amata e vissuta. Credo che può partire benissimo con la nuova programmazione. Siamo sereni e tranquilli per quello che abbiamo fatto”.

Per Conti, invece, Niscemi è “una città piena di problemi, a partire dall’acqua”. La ripetuta mancanza d’acqua è stato il leit motiv della campagna elettorale. La distribuzione è stata interrotta a metà giugno e non è più ripresa se non per brevi periodi e con quantitativi limitati. Una serie di guasti a catena ha costretto Caltaqua a chiudere le saracinesche e tale circostanza ha fatto infuriare i cittadini.

“Dovremmo analizzare il bilancio e subito organizzare l’estate Niscemese. Ritorneremo nei quartieri, abbiamo imparato che bisogna stare vicini ai cittadini soprattutto quelli più lontani dal palazzo”, ha detto il sindaco neoeletto.

Commenta su Facebook