Nel nisseno si accascia durante la messa: salvata da un infermiere. Fondamentale il defibrillatore collocato in piazza

814

Stava seguendo la messa delle 18 quando all’improvviso è stata colta da un malore e si è accasciata a terra. Una donna di 76 anni di Marianopoli ha rischiato di morire se non fosse stato per il decisivo intervento di un infermiere del suo stesso paese, Vincenzo Agrò che, collaborato da altri due ragazzi, Alessandro Di Gesù e Giusi Di Venuta, è riuscito a rianimarla e riportarla in vita. Un pomeriggio che rischiava di trasformarsi in una tragedia per l’intera comunità del piccolo paese che dista più di 30 minuti dal capoluogo. L’anziana, Giuseppa Insisa, conosciuta da tutti come “Za Pina” stava seguendo la messa ma ad un certo punto ha perso i sensi battendo violentemente il volto a terra. I presenti si sono subito messi in contatto con Vincenzo Agrò, infermiere dell’ospedale Sant’Elia che ha preso tutto l’occorrente e si è precipitato alla Chiesa Madre. Nel frattempo i due giovani, Alessandro Di Gesù e Giusi Di Ventura sono corsi a prendere il defibrillatore installato in piazza cominciando a posizionare le placche. All’arrivo di Vincenzo Agrò la signora era già in arresto cardiaco. “Ho fatto partire il monitoraggio – racconta Agrò – e ho fatto defibrillare la signora per due volte. Abbiamo fatto anche il massaggio cardiaco e nel frattempo ho preso gli accessi venosi e inserito la canula. La signora, che aveva anche il volto insanguinato e ha riportato delle microfratture, poco a poco si è ripresa. Nel frattempo importantissimo è stato il lavoro svolto dagli operatori della centrale del 118, diretta da Giuseppe Misuraca, Michele Spanò e Fedele Ricotta che hanno organizzato il “Rendez-Vous” tra due ambulanze. In pratica da Villalba è partita la Charlie 14 che non è medicalizzata e durante il tragitto è stata fatta incontrare con la Charlie 4 di San Cataldo con il medico a bordo”. L’anziana signora è poi arrivata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia da dove è stato disposto il trasferimento in Emodinamica. L’intervento di angioplastica, perfettamente riuscito, è stato effettuato dal cardiologo Francesco Scardaci. Adesso la signora Giuseppina sta bene.

Commenta su Facebook