Mussomeli partner di Caltanissetta nel parco diffuso dello stile di vita mediterraneo

78

Il Comune di Mussomeli ha deciso di aderire al primo Parco mondiale policentrico e diffuso dello stile di vita mediterraneo, iniziativa promossa dal Comune di Caltanissetta. La Giunta Comunale, guidata dal Sindaco Giuseppe Catania, ha approvato venerdì 31 luglio lo schema di accordo di partenariato.

“Si tratta di un progetto che si fonda sulla triade virtuosa cibo, bellezza e viaggio ed ha lo scopo di tutelare, mettere in rete e valorizzare tutti gli attrattori turistici, culturali, naturalistici, enogastronomici, e simili, materiali ed immateriali, di tutte le Comunità dello stile di vita mediterraneo presenti nel partenariato”.

Si punta alla promozione integrata ed in particolare potenziare e qualificare la filiera agricola, agroindustriale ed enogastronomica del Nisseno e della Sicilia centrale, sia nei mercati internazionali che nei mercati interni domestici; incrementare e diffondere il turismo di qualità, regionale, nazionale ed internazionale dei territori coinvolti (incoming), il turismo lento, il turismo valoriale, relazionale ed esperienziale.

L’attenzione del progetto è focalizzata su un attrattore come la Dieta Mediterranea capace di far diventare il territorio nisseno anche una stabile destinazione turistica. La dieta mediterranea è riconosciuta patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco dal 2010 ed è alla base delle buone pratiche per il buon cibo e il buon vivere comunitario, a partire da esperienze internazionali come il Movimento “Terra Madre”.

Diversi sono gli interventi (che saranno sottoposti a selezione) candidati dal Comune di Mussomeli nell’ambito del parco mondiale policentrico e diffuso dello stile di vita mediterraneo: dalla riqualificazione dell’IPAB da destinare alla realizzazione dell’accademia della cucina mediterranea, al progetto di riqualificazione del plesso monti, alla realizzazione del parco tematico medievale per oltre 20 milioni di euro.

Si stratta di un progetto strategico che vuole creare un marchio di richiamo identitario di grande impatto e di grande attrattività turistica per questo nostro territorio.

Commenta su Facebook