Mussomeli. Catania chiede un confronto sul programma: “Dispiaciuto che il mio avversario sfugga”

1752

“Leggo la nota del candidato sindaco mio avversario con sbigottimento. Sulla riapertura della chirurgia lo invito a leggersi con attenzione il verbale della conferenza dei sindaci, con partecipazione dei vertici dell’ASP, del 13 luglio scorso da me richiesta, nonché ad ascoltare la video intervista rilasciata dal direttore generale dell’ASP di Caltanissetta dalla quale si evince che il percorso di riapertura era già stato avviato e voluto della stessa Asp su sollecitazione della conferenza dei sindaci”. Lo afferma in una nota il sindaco di Mussomeli, Giuseppe Catania, candidato alle amministrative del 4 e 5 ottobre prossimi per la riconferma alla carica di sindaco contesa dallo sfidante Giuseppe Sorce.

“Non riesco a comprendere, invece, il perché il mio avversario non voglia accettare un confronto su tutti i temi che riguardano il programma di amministrazione della città di Mussomeli per i prossimi 5 anni, compreso anche (ma non solo) i temi riguardanti la salute. Evidentemente il mio avversario non ha ancora compreso che non si è candidato a direttore sanitario dell’ospedale ma a sindaco di Mussomeli”.
“Sono molto dispiaciuto che lui sfugga, con mezzi e mezzucci, al confronto su tutti i temi che riguardano la gestione del nostro paese – afferma Catania -. Credo che i cittadini sarebbero molto interessati a comprendere dalla viva voce dei candidati a sindaco quali siamo i loro programmi.
Da parte mia non demordo e rinnovo l’invito agli organi di stampa ad organizzare un confronto tra i due candidati sindaci. Sarebbe un atto di grande e compiuta democrazia e il fatto che il mio avversario non accetti di confrontarsi mi fa comprendere che le idee ed i programmi che lui propone sono davvero deboli e privi di gambe per poter camminare”.

Commenta su Facebook