Musica-Teatro in concerto a Riesi con Salvatore Nocera Bracco in “Io siciliano sono, anzi di Naro”

1447

“Io siciliano sono, anzi di Naro”: questo il titolo del concerto-teatro di Salvatore Nocera Bracco, che si terrà lunedì 22 agosto nella cornice del Parco Urbano di Riesi, evento organizzato dalla CineArt Produzioni con il patrocinio del Comune riesino. In questo spettacolo, l’artista propone, oltre a dei monologhi, alcune delle sue migliori composizioni in cui si intrecciano sonorità mediterranee, jazz e blues con testi ricercati, che spesso attingono alla tradizione della canzone popolare siciliana.

Medico, cantante, musicista, scrittore e attore, Salvatore Nocera Bracco, è un’artista a tutto tondo, capace di incantare il pubblico con la sua musica e con la sua voce, spesso accosta per timbrica a quella di Domenico Modugno. Le contaminazioni, mai forzate, si fondono nelle sue canzoni creando un unicum col testo: ecco che l’artista riesce così a fare della musica letteratura e della letteratura musica con un’impronta originalissima e precipitando nel suo mondo l’ascoltatore.

Prima di “Di un’amante sconosciuta”, aveva pubblicato “Il mio piccolo giudice”, dedicato a Rosario Angelo Livatino con i cantanti Maria Luisa Corbo e Peppe Servillo degli Avion Travel e gli arrangiamenti di Fausto Mesolella. Tra le altre sue opere teatrali e musicali ha messo in scena, tra le altre, “Giselda”, “La carne sigillata” e “Io siciliano sono, anzi di Naro”, monologo con canzoni presentato all’Expo di Milano. Finora, ha pubblicato anche i romanzi “Aziz e Rebecca”, “Lo scirocco e il mare” e “Le ragioni del fuco”. Intensa la sua attività di attore, che lo ha visto tra i protagonisti, tra l’altro, di “Just a time” di Leonardo Sicurello, “La scomparsa di Patò” di Rocco Mortelliti e “Un Santo senza parole” di Tony Gangitano.

Commenta su Facebook