Muore in culla un bimbo nisseno. Scene strazianti in via Signorino

882

Un bimbo di sei mesi morto nella culla. Non si conoscono ancora le cause, potrebbe trattarsi della sindrome di morte nella culla oppure di un rigurgito che avrebbe soffocato il bambino.

Di certo c’è che questa mattina alle 11,30 in via Signorino in centro storico a Caltanissetta tutti i residenti hanno sentito le urla di una madre diseperata. La madre del bimbo intorno alle 11,30 del mattino si è accorta che il piccolo ormai non respirava. L’incubo per qualsiasi genitore, la paura più remota e terribile che si concretizza. Il compagno e convivente della donna, nonché padre del bambino era uscito per lavorare qualche ora prima.

Sul posto i soccorritori del 118 hanno potuto constatare il decesso, mentre la polizia scientifica ha operato i rilevi per diverse ore come del resto accade in questi casi. Contemporaneamente il medico legale ha avviato l’ispezione cadaverica e si attenderà l’esito per sapere se il giudice ordinerà o meno l’autopsia.

Pare che alcuni vicini, avendo sentito le urla di disperazione della madre, siano entrati nella stanza dove c’era il corpo del piccolo, notando che il pigiamino era sporco di latte. Da qui l’ipotesi che possa essere stato un rigurgito di latte a causare la morte. Ma è ancora prematuro per fare ipotesi. La donna è stata sentita sul posto dalla Polizia. Potrebbe aver dato l’ultima poppata al bimbo prima di riposarsi e forse non si è accorta del rigurgito. O almeno questa è una delle ipotesi, visto che i soccorritori hanno trovato il piccolo morto. Appare invece confermata, almeno a prima vista, l’ipotesi del rigurgito.

Foto Seguonews.it

Commenta su Facebook