Morto Valerio Terenzio, produttore dei big della musica italiana fu anche presidente della Nissa

1487

Si è spento a Roma l’imprenditore Valerio Terenzio. Teatro, spettacoli, concerti, film e nel suo passato anche sport. Era questo l’impresario del mondo dello spettacolo che partendo da Caltanissetta approdò a Roma collaborando con i big della musica italiana come Dalla, Morandi, Ron, Vanoni, gli Stadio, solo per citarne alcuni. Presidente della Nissa nel triennio ‘89-’92 condusse la squadra alla promozione in serie D e per festeggiare l’evento portò Gianni Morandi allo stadio Palmintelli davanti alla tifoseria biancoscudata in estasi. Ad accompagnarlo in quegli anni c’era sempre Tony Maganuco, imprenditore dello spettacolo che con Terenzio condivise un pezzo di vita professionale.

Nel libro “Diario di un ragazzo Italiano” Gianni Morandi ricorda il periodo in cui Terenzio era il produttore della tourneè “Dalla – Morandi” che segnò il ritorno al grande successo del cantante, fresco di vittoria a Sanremo con “Si può dare di più”. Terenzio è stato anche il direttore del teatro Ambra Jovinelli di Roma ai tempi in cui direttore artistico era Serena Dandini. Una fucina di talenti e di sperimentazioni, trampolino di lancio per numerosi attori e registi della scena teatrale e cinematografica italiana.

“Valerio Terenzio non viveva a Caltanissetta dagli anni dell’università ma alla nostra città era profondamente legato e non solo per gli affetti personali. Ricordo con rimpianto gli anni nei quali aveva provato a portare a Caltanissetta, la sua città, un grande progetto di sviluppo che partendo dallo sport avrebbe reso Caltanissetta centrale nel panorama musicale e teatrale regionale e nazionale. Era nisseno nel DNA anche se viveva in altre città e di questo la nostra Caltanissetta dovrebbe ricordarsi”, scrive l’ex sindaco Salvatore Messana.

Commenta su Facebook