Morto il pilota dell’ultraleggero precipitato sulla Ss640. Stava filmando il viadotto Petrusa

1147

E’ morto poco dopo essere precipitato il pilota dell’ultraleggero schiantatosi stamane sulla strada statale 640 al chilometro 15.

foto da meridionews.it
foto da meridionews.it

Salvatore Scannella, 55 anni di Campofranco, era alla guida del suo biplano, in passato in uso alla Guardia costiera mentre stava sorvolando la Ss640 pare per filmare dall’alto i lavori per il raddoppio, quando l’ultraleggero ha toccato i cavi dell’alta tensione.

L’uomo era ancora vivo, tra le lamiere contorte del velivolo, quando è stato soccorso, ma è morto subito dopo.

Il mezzo precipitato, Tecnam ultra 2000 Rg, utilizzato in passato dalla Guardia Costiera ausiliaria, pare sia stato acquistato da Scannella per effettuare riprese aeree, alcune di esse proprio per l’Anas, ente di cui era in passato dipendente. Dalle prime informazioni sembrerebbe che stesse sorvolando a bassa quota il viadotto Petrusa per fotografarlo e filmarlo dall’alto. Si tratta del viadotto che Anas sta per smantellare.

Commenta su Facebook