Morta una 23enne di San Cataldo. Tra le ipotesi la puntura di una zecca

1481

Una ragazza di 23 anni, di San Cataldo, nel pomeriggio di ieri è stata ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e, successivamente, trasferita con un elicottero del 118 al Policlinico di Palermo.

La giovane che, da quanto hanno appreso i medici, aveva la febbre da diversi giorni presentava delle soffusioni emorragiche sottocutanee, è stata diagnosticata una Coagulazione intravascolare disseminata (Cid) con grave compromissione multiorgano dovuta a un’infezione iperacuta.

I medici non escludono che quest’ultima sia stata causata da una rickettsiosi, infezione normalmente dovuta a puntura di zecca, o da una sepsi meningococcica. (ANSA)

Commenta su Facebook