Il monumento a Falcone e Borsellino nascosto dalle siepi. Occorre ridisegnare il verde

1603

La stele di piazza Falcone e Borsellino, doveroso omaggio ai due magistrati uccisi dalla mafia, non si vede. In nessun altro posto della città, esistono delle siepi alte due metri e, in alcuni punti, anche 2 metri e cinquanta.
Le siepi di piazza Falcone e Borsellino (1)Siepi di questa altezza si vedono soltanto in campagna come mezzo per separare due proprietà o per nascondere alla vista dei passanti un’abitazione. Non si sono mai viste delle siepi, nate per ornare la location di un monumento, che nascondono il monumento stesso. Se queste siepi venissero potate ad altezza normale – un metro circa – risulterebbe tutto più leggero alla vista e anche più armonioso. Le palme che ornano la piazzetta (attualmente si vede soltanto il ciuffo) smetterebbero di sentirsi mortificate e i passanti meno distratti, forse, ricorderebbero più spesso i due eroi scomparsi.

Ormai, auspicando che l’assessore competente sposi l’idea, non si farebbe più in tempo per il 18 maggio, onomastico di Giovanni Falcone ma nulla impedisce che si possa provvedere entro il 23 maggio, 25° anniversario della strage di Capaci.
Chissà che l’assessore non voglia farci un salto per verificare personalmente. A volte basta veramente poco: mezza giornata di lavoro.

 

 

Commenta su Facebook