Montante per ore davanti al gip respinge le accuse: “Non ho mai avuto vantaggi, né agevolazioni”

672

“Ho sposato le istituzioni”, Antonello Montante sta rispondendo così alle domande del gip del tribunale di Caltanissetta respingendo ogni accusa. Lo rende noto Giuseppe Panepinto, uno degli avvocati dell’ex responsabile per la Legalità di Confindustria ed ex presidente di Sicindustria, ai domiciliari da ieri, come altre cinque persone, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione.

E’ interrogato da oltre sei ore. “Non ho mai avuto vantaggi, nè appalti, nè finanziamenti, nè agevolazioni – ha affermato Montante – ho stravolto la mia vita e sono sicuro che non posso più tornare indietro”.

Montante non sta zitto come invece è stato Diego Di Simone, ex sostituto commissario della squadra mobile di Palermo e attuale responsabile della Security di Confindustria nazionale, che si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Per l’accusa Montante aveva un sistema di spionaggio per difendersi dagli avversari politici e dentro l’associazione industriali e per carpire notizie sull’inchiesta per concorso in associazione mafiosa che la procura aveva aperto nel 2014 su di lui. (GDS.IT)

Commenta su Facebook