Minorenne adescata in chat e ricattata: denunciato un nisseno

693

Ad accorgersi del crescente disagio dell’adolescente, che abita in un comune del nord, i genitori. La ragazzina da giorni aveva, infatti, smesso di utilizzare il computer e il cellulare, dai quali era inseparabile. Una volta controllato l’account social che utilizzava la figlia, i genitori hanno scoperto il contatto al quale la minore, nell’arco di alcuni mesi, aveva inviato proprie foto e video nei quali si mostrava nuda e, in alcuni casi, compieva atti di autoerotismo. La ragazzina ha confessato ai genitori di aver conosciuto in chat un uomo e di essersene innamorata. A poco a poco ha ceduto alle richieste di quest’ultimo di inviargli proprie foto e video. In un primo momento l’adolescente aveva preso la relazione in chat per un gioco, lusingata dai complimenti del fidanzato virtuale più grande di lei. Fino a quando ha smesso di assecondare le sue richieste e sono iniziati i problemi. Infatti, l’uomo ha iniziato a ricattarla: avrebbe pubblicato foto e video sul profilo social; minacce che hanno spaventato la minore inducendola ad abbandonare la rete. Dopo aver rassicurato la figlia, i genitori sgomenti hanno presentato una dettagliata denuncia alle forze di polizia della loro città. Le indagini hanno consentito di individuare l’uomo, abitante in un comune della provincia di Caltanissetta, e di segnalarlo alla Procura della Repubblica del comune ove risiede l’adolescente, per adescamento di minorenne.

Commenta su Facebook