Minacciarono agenti durante controlli covid, rinviati a giudizio cinque niscemesi

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela, a conclusione delle indagini preliminari, ha citato in giudizio cinque niscemesi imputati di concorso nei reati di minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. I cinque sono accusati di avere attorniato e minacciato, con fare intimidatorio, alcuni ispettori del comando di Polizia Municipale di Niscemi che stavano effettuando dei controlli al bar Ferrari relativi al rispetto dell’orario di chiusura degli esercizi commerciali disposti dalla normativa anti-Covid. Gli imputati avrebbero anche offeso gli ispettori in presenza di piu’ persone. Gli esiti delle indagini dirette dalla Procura saranno sottoposte al vaglio del giudice del Tribunale di Gela. (ANSA).

Commenta su Facebook