Minacce di morte ai genitori per ottenere denaro. Arrestato due volte in un giorno

1048

Minaccia di morte i genitori con continue pretese di denaro. Un 28enne di Niscemi G.G.P. è stato arrestato due volte in un giorno dai Carabinieri, la prima per tentata estorsione, la seconda dopo poche ore per evasione dai domiciliari.

Il giovane nel corso della settimana aveva chiesto ripetutamente ai propri familiari somme di denaro, non lesinando anche gravi minacce nei confronti dei congiunti. La situazione all’interno del nucleo familiare era divenuta insopportabile, a tal punto che i familiari, spinti dalla fiducia riposta nel maresciallo dei Carabinieri, hanno denunciato le continue richieste estorsive.

I militari hanno monitorato la situazione, fermando l’uomo durante l’ennesima pretesa di denaro accompagnata da minacce di morte nei confronti dei familiari. Al diniego il 28enne ha provato a sfondare la porta di casa arrivando a scardinarla, quando i Carabinieri lo hanno bloccato e condotto in caserma.

L’uomo è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del giudizio.

I Carabinieri, avendo compreso la pericolosità del soggetto, nel corso della serata hanno controllato se il 28enne stesse rispettando il regime di domiciliari, verificando che il giovane era uscito di casa, arrestandolo per il reato di evasione.

Questa volta Placenti è stato associato alla Casa Circondariale di Gela

Commenta su Facebook